Corte Costituzionale: riassunto di diritto pubblico

Appunto inviato da mocio1979
/5

Riassunto breve di Diritto pubblico sulla Corte Costituzionale: funzioni e composizione (1 pagine formato doc)

CORTE COSTITUZIONALE: RIASSUNTO DI DIRITTO PUBBLICO

La Corte Costituzionale.

La Corte Costituzionale è un organo costituzionale e di esso se ne occupa l’art 134 e 137 della Costituzione; per quanto riguarda la sua formazione vediamo che è composta da: 15 giudici eletti per 1/3 dal Presidente della Rep., per 1/3 dal  Parlamento in seduta comune, per 1/3 dalla suprema Magistratura; questi giudici vengono eletti fra ministri che hanno gradi di cassazionisti, prof. Universitari in materie giuridiche e fra avvocati con almeno 20 anni di attività.
La Corte Costituzionale dura in carica 9 anni per cercare di rendere l’organo più indipendente possibile e quindi evitare che vi siano rapporti con gli altri organi.

La Corte Costituzionale: riassunto di diritto pubblico


CORTE COSTITUZIONALE: FUNZIONI

Il suo principale compito è quello di verificare la legittimità costituzionale di una legge.
Si tratta di un controllo accentrato che si differenzia da quello diffuso dove il controllo è affidato ai singoli giudici ordinari.
Ci sono 2 modi per rivolgersi alla Corte Costituzionale: in via incidentale e in via diretta.
Via incidentale: (la questione di legittimità costituzionale deve venire “sollevata” davanti ad un giudice comune; il giudice comune , in primo luogo, valuta la RILEVANZA della questione; in seguito esprime un giudizio di DELIBERAZIONE; se ritiene che sussista un dubbio sulla legittimità costituzionale della legge, deve rinviare gli atti alla Corte Costituzionale con una ordinanza motivata)
Via diretta: (quando una Regione ritiene che una legge invada la sfera della competenza ad essa assegnata dalla Costituzione).

Riassunto sulla Corte Costituzionale di diritto pubblico


RIASSUNTO CORTE COSTITUZIONALE DIRITTO PUBBLICO

La Corte Costituzionale decide sui seguenti problemi:
1)Legittimazione dell’organo da cui proviene l’ordinanza.
2)Rilevanza della questione di costituzionalità.
3)Sulla eventuale manifesta infondatezza o inammissibilità.
1)Sentenze interpretative di accoglimento: sentenze che, pure accogliendo la questione di incostituzionalità, precisano quale interpretazione bisogna dare alla norma ordinaria.
2)Sentenze interpretative di rigetto: sentenze che respingono la questione di incostituzionalità sulla base di una determinata interpretazione della norma ordinaria.
3)Sentenze manipolatrici: sentenze che estraggono una norma che valutano alla luce di quelle costituzionali.
4)Sentenze additive: la Corte Costituzionale dichiara l’illegittimità costituzionale di una legge, nelle parti in cui non dice alcunché.
5)Sentenze riduttive: la Corte Costituzionale dichiara l’illegittimità di una legge, nelle parti in cui dice qualcosa in più di quello che dovrebbe dire.
6) Sentenze sostitutive: quando la Corte Costituzionale sostituisce una parte del testo con una parte da essa stessa interpretata.

Le funzioni della Corte Costituzionale: riassunto


CORTE COSTITUZIONALE: COMPOSIZIONE

La Corte Costituzionale giudica pure sui conflitti di attribuzione tra i poteri dello Stato, tra quelli tra Stato e Regioni, e tra quelli tra le Regioni: con la sentenza della Corte Costituzionale verrà eliminato il vizio che aveva causato il conflitto.
Un’altra competenza della Corte Costituzionale è quella relativa ai giudizi sulle accuse contro il Presidente della Repubblica per alto tradimento e attentato alla Costituzione: ricevuto dal Presidente della Camera dei deputati l’atto d’accusa deliberato dal Parlamento in seduta comune, il Pres.

Della Corte Costituzionale costituisce la Corte al completo e poi nomina il giudice istruttore-relatore e il difensore d’ufficio, la sentenza è irrevocabile.