Storia della pedagogia: riassunto

Appunto inviato da la79
/5

Riassunto della storia della pedagogia: Rousseau, Pestalozzi, Frobel, Lambruschini, Dewey, Makarenko, Gentile e Stefanini (34 pagine formato doc)

ROUSSEAU: PEDAGOGIA

Jean-Jacques Rousseau (Ginevra 1712 - Ermenonville 1778 )
CONTRATTO  SOCIALE
Come e perché da una situazione di FORZA dell'umanità naturale si passa ad una situazione di DIRITTO?
Come e perché dalla NECESSITA' di obbedire al più forte si passa alla POSSIBILITA' di legittimare un'autorità a cui obbedire, ove si voglia
sfuggire al ( presunto ) diritto del più forte?       
Il contratto sociale è un'alienazione totale di ciascun associato, con tutti i suoi diritti, a tutta la comunità.
E' il popolo l'autore dello Stato, cui spetta il compito di conservarsi.
LIBERTA' E UGUAGLIANZA
Rousseau ritiene indispensabile un agente che operi secondo le direttive
della sovranità popolare : il GOVERNO ( esecuzione delle leggi e manteni - mento della libertà civile e politica ).
REPUBBLICA : governo affidato ai più saggi, dove il potere sovrano comporta la partecipazione dei sudditi, non solo la rappresentanza.
RELIGIONE CIVILE  ---> principio di tolleranza.

Pensiero di Rousseau

ROUSSEAU: PEDAGOGIA MODERNA

L'attuarsi della sovranità, per il popolo, comporta il superamento della volontà di tutti  per l’affermarsi della volontà generale ( esercitata dal sovrano ), e
impone a ciascuno la considerazione di un BENE COMUNITARIO, oltre ogni limite di stampo utilitaristico----->bisogna guardare all'uomo in prospettiva qualitativa, che solo un'adeguata educazione può realizzare.

Si tratta di un uomo che può ricomporre a più alto livello la sua libertà.

ROUSSEAU: PEDAGOGIA EMILIO

EMILIO (o DELL'EDUCAZIONE)
Gradualità
PRIMO LIBRO--> infanzia ( dalla nascita fino a quando impara a parlare)
La capacità di apprendere conduce Emilio al conoscere, attraverso l' esperienza.
SECONDO LIBRO-->fino ai 12 anni (periodo dell' attività fisica e sensoriale)
Predomina l' agire, motivato dalla coppia piacere-dolore.

Impara tutto dalle cose,dall'esperienza.
TERZO LIBRO-->12-15 anni - E' l' età dell' istruzione, non imposta, ma richiesta per motivazioni politiche e per l' utilità che il conoscere produce.Non libri, ma cose ( solo Robinson Crusoe).In questa  fase Emilio impara  anche un mestiere,ma non per motivi economici, ma per comprendere il significato del lavoro manuale e sentirsi solidale con gli altri (prima apertura alla richiesta di socialità). Alla coppia piacere-dolore dell'età precedente si sostituisce la coppia utile-danno.
QUARTO LIBRO-->15-18 anni- E' l'età dello sviluppo razionale : il giovane è cosciente di sè ed è condotto ad agire secondo i criteri di bene e di virtù. E' il periodo della formazione morale e dell' educazione religiosa ( deismo).
QUINTO LIBRO --> Sofia e la famiglia come prima società naturale.
JOHAN HEINRICH PESTALOZZI (Zurigo-Svizzera-1746-- Brugg--1827)
-Rivoluzione francese e rivoluzione industriale.
Orfano educato dalla madre e dalla domestica-->amore, attenzioni femminili. E’ molto sensibile.