Tettonica delle placche: schema

Appunto inviato da annetta89
/5

Riassunto schematico sulla tettonica delle placche: l'interno del pianeta Terra, il flusso di calore, il campo magnetico terrestre, la struttura della crosta, l'espansione dei fondi oceanici, vulcanesimo e terremoti (11 pagine formato doc)

TETTONICA DELLE PLACCHE: SCHEMA

La tettonica delle placche.

La ricerca di un modello. Siamo partiti dall’esame dei materiali che costituiscono la crosta, la parte più esterna del pianeta, per arrivare a riconoscere l’esistenza di un ciclo litogenetico ; la crosta è quindi il prodotto di continue trasformazioni , che coinvolgono giganteschi volumi di rocce e grandi quantità di energia. La possibilità di ricostruire l’evoluzione della crosta,  ha messo in luce l’esistenza di un ciclo geologico  di cui il ciclo litogenetico è solo una componente. Per comprendere il significato di questi cicli e l’origine dell’energia che li sostiene ci si è rivolti ai fenomeni vulcanici e sismici , che si manifestano in superficie ma sono il riflesso di grandi processi attivi all’interno del pianeta.
L’esame dei fenomeni vulcanici ha messo in luce che all’interno del Pianeta terra si formano continuamente magmi diversi in condizioni diverse,  ma in settori ben delimitati del pianeta. Anche la distribuzione geografica degli eventi sismici  non è casuale ma segue settori ben definiti , percui la parte esterna della terra appare percorsa da una serie di fasce particolarmente attive , che delimitano aree più tranquille. L’esame dei fenomeni sismici, infine ci ha consentito di spingere le osservazioni fino al centro della terra e di mettere in luce una struttura globale fatta di gusci concentrici di  materiali diversi.

Tettonica delle placche: tesina


TEORIA DELLA TETTONICA A PLACCHE: RIASSUNTO

Negli ultimi quattro decenni del XX secolo le scienze della terra hanno elaborato un modello globale , la tettonica delle placche, che sembra avere molto successo. L’INTERNO DELLA TERRA - L’esatta misura delle dimensioni del nostro pianeta ha permesso di calcolare il suo volume ;le leggi della fisica sull’attrazione gravitazionale tra i corpi hanno permesso a loro volta di determinare la massa della terra . Dal rapporto tra massa e volume è possibile ricavare la densità media di essa: poiché  le rocce che costituiscono la crosta hanno densità media tra 2,7 e 3  g/cm3 , l’interno del pianeta deve essere formato da materiali  a densità molto elevata per raggiungere il valore medio calcolato. Soprattutto attraverso lo studio dei terreni si è giunti a riconoscere che il nostro pianeta  presenta una struttura ad involucri concentrici di diversa natura e spessore :
•    Una crosta sottile
•    Uno spesso mantello
•    Un grosso nucleo, distinto in interno ed esterno.

Tettonica delle placche: riassunto


COSA SONO LE PLACCHE TETTONICHE

Tale struttura, molto semplice, ad un esame più dettagliato  risulta invece notevolmente complessa:una delle caratteristiche più interessanti è la presenza  nell’interno della terra,  di superficie di discontinuità sismiche , che separano materiali a caratteristiche meccaniche diverse. Non tutte le superfici
Di discontinuità sismica sono facilmente interpretabili , né hanno tutte la stessa importanza.
La crosta. La crosta è la parte più esterna del pianeta il cui spessore varia da una media di 35 km sotto i continenti( ma con massimo di 60-70 km in corrispondenza delle grandi catene montuose ) a una media di 6 km sotto il fondo degli oceani. La sua composizione è molto eterogenea  e la sua densità varia da 2,7 g/cm3 per le rocce granitoidi  dei continenti , a circa 3 per le rocce basiche  che costituiscono i vasti fondi degli oceani. Queste differenze sono di fondamentale importanza . La base della crosta è indicata dalla brusca discontinuità sismica , nota come superficie di Moho.