Origine dell'universo e Big Bang

Appunto inviato da stanciumax Voto 6

Riassunto sull'origine dell'universo e teoria del Big Bang (3 pagine formato doc)

ORIGINE DELL'UNIVERSO E BIG BANG

L’origine dell'universo e il big bang. Quasar, radiogalassie, galassie normali: è possibile che questi oggetti rappresentino fasi diverse dell’evoluzione della materia dell’Universo?
A questo e a molti altri interrogativi tenta di dare risposta la Cosmologia, la scienza che studia l’origine e la successiva evoluzione dell’Universo. La Cosmologia è una scienza del tutto particolare: si basa su dati e ipotesi scientifiche, ma non permette la piena applicazione del metodo scientifico. Manca infatti la possibilità di verificare la correttezza delle ipotesi attraverso esperimenti ripetuti.
Dall’altra parte, quanto più l’oggetto verso cui puntiamo il telescopio è lontano, tanto più antico è , l’aspetto  che ne osserviamo. Per esempio, se osserviamo dei quasar  a 10 miliardi di anni-luce, in realtà noi stiamo gettando uno sguardo sull’Universo qual era 10 miliardi di anni fa. Nel XX secolo sono state formulate ipotesi sull’origine dell’Universo, basate sulle scoperte dell’astronomo E.P. Hubble.

Cos'è l'universo: riassunto


TEORIA DEL BIG BANG: RIASSUNTO

La più accreditata di queste ipotesi è nota col nome di Teoria del big bang: l’esplosione di un nucleo primordiale di densità quasi infinita e con una temperatura di miliardi di gradi, seguita da una rapidissima espansione, che generò anche lo spazio in cui si dilatava.
1-    La legge di Hubble e l’espansione dell’Universo.
Una galassia che si trovi a 5 miliardi di anni-luce ci appare dov’era  e com’era 5 miliardi di anni fa: oggi la sua posizione e il suo aspetto sono sicuramente diversi. A fianco di questa considerazione dobbiamo incontrare una delle più grandi scoperte di questo secolo, fatta nel 1929 da E.P. Hubble. Osservando gli spettri di alcune decine di galassie, lo scienziato dedusse che le galassie si stanno allontanando alla velocità di migliaia di km/s. Ma non è solo; è anche vero che le galassie si stanno allontanan-do con velocità tanta più alta di quanto più sono lontane (legge di Hubble).
Ciò può essere spiegato se si ammette che l’Universo sia in espansione nella sua globalità, per cui ogni oggetto che ne faccia parte si allontana da ogni altro per il progressivo dilatarsi dello spazio.
La legge di Hubble si è rivelata uno strumento formidabile sotto vari aspetti; essa permette, tra l’altro, di calcolare distanze nello spazio più profondo e hanno fornito e ha fornito un contributo fondamentale per stimare l’età dell’Universo.

Origine dell'Universo: riassunto


ORIGINE DELL'UNIVERSO: RIASSUNTO

2-    Il big bang e il modello dell’Universo inflazionario
Secondo questa teoria, messa a punto negli anni Ottanta del secolo scorso, nell’istante zero (forse 13 miliardi di anni fa), tutto ciò che oggi forma l’Universo era concentrato in un volume più piccolo di un atomo, con densità pressoché infinita e temperatura di miliardi e miliardi di gradi. Non sappiamo come né perché, ma quel nucleo di energia pura è esploso (big bang) e ha cominciato a dilatarsi, creando lo spazio in cui si espandeva.  Nel giro di una frazione infinitesima di secondo,  il volume dell’Universo crebbe di miliardi e miliardi di volte, mentre la temperatura scese rapidamente.