L'uso del dinamometro e l'analisi delle forze angolari

Appunto inviato da davidecldply
/5

Relazione su due esperimenti di laboratorio, con grafici e figure esplicative (3 pagine formato doc)

Primo Esperimento: impariamo a usare il dinamometro

Scopo:

Verificare la legge di Hooke che dimostra come la deformazione della molla del dinamometro è direttamente proporzionale alla forza esercitata su di essa; trovare la costante K delle forze.

Materiale usato:

  • Asta di ferro
  • Dinamometro
  • Molla
  • Tre pesetti da 25 g
  • Righello
Svolgimento:

Prendiamo l'asta di ferro, la fissiamo su una base e all'estremità superiore attacchiamo una morsa che servirà a sorreggere il dinamometro(immagini a lato).
Questo
strumento serve a misurare la forza; esso è costituito da una molla con scala graduata in Newton(N).
Quest'attrezzo sfrutta la Legge di Hooke, la quale afferma che la deformazione della molla è direttamente proporzionale alla forza applicata.

Prendiamo, quindi, uno dei pesetti e lo attacchiamo all'estremità del dinamometro. La molla si allunga e misuriamo l'allungamento con un righello: 2,5 cm. Dopo aver annotato la prima misura, colleghiamo il secondo pesetto al primo e calcoliamo la lunghezza della molla che ora è di 5 cm. Procediamo anche con il terzo pesetto ripetendo la precedente operazione e osserviamo che la molla si allunga di altri 2,5 cm arrivando a una deformazione di 7,5 cm. Il grafico rappresenta le misurazioni effettuate.