Gruppo, leader e leadership: appunti di Scienze Sociali

Appunto inviato da cate182
/5

Analisi psicologica di un gruppo e dei suoi componenti. Definizione di esso e di leader e leadership (1 pagine formato doc)

Untitled IL GRUPPO: CARATTERISTICHE E DIMENSIONE: La formazione di un gruppo può essere basata su: spontaneità induzione dall'esterno imposizione dall'alto Il gruppo può inoltre essere aperto o chiuso, a seconda dei criteri di accesso per i nuovi membri più o meno restrittivi.
Il gruppo può essere classificato in base ad un carattere pubblico o segreto; inoltre ci possono essere gruppi fondati su un unico legame e altri su legami multipli. Esistono gruppi etnici e territoriali, che si basano sulla condivisione di spazio e territorio. IL LEADER O LA LEADERSHIP Il leader è una figura che si forma all'interno di un gruppo con più di sette elementi. La sua funzione è quella di coordinare il gruppo.
Controlla la comunicazione e la trasmissione dei dati. Egli può influenzare gli altri con delle dinamiche e delle decisioni a cui il gruppo sotto sta. Gli viene riconosciuta una particolare autorità per le sue caratteristiche personali, anche se non è detto che ciò si traduca nel ruolo di capo. In sintesi il Leader è una figura che riesce ad influenzare sistematicamente il comportamento degli altri componenti del gruppo. Esiste il leader strumentale, cioè colui che cerca di orientare il gruppo verso la soluzione di un problema, propone iniziative e spinge il gruppo a realizzarle. Il leader espressivo è il “più simpatico”, colui che viene giudicato in modo iù positivo, riduce tensione e conflitti e cerca di creare solidarietà nel gruppo. Possiamo parlare di leader: permissivo, o laissez-faire, è colui che tende a lasciare spazio all'iniziativa del gruppo. Autoritario, adotta uno stile di comportamento basato sul comando. Democratico, cerca di rendere più piacevole il coinvolgimento di tutti i membri per ottenere consenso. La leadership può essere: anarchica: il comando è inesistente, perciò ciascun gruppo agisce liberamente. Autoritaria: la figura del leader è forte e prende decisioni senza contare il parere degli altri membri del gruppo. Democratica: esiste un “coordinatore” che orienta le scelte del gruppo. La leadership democratica produce i migliori risultati per il gruppo, perché favorisce la partecipazione attiva di ogni membro. La leadership è stata studiata da Kurt Lewin.