Il Pianeta Terra: formazione, struttura e movimenti

Appunto inviato da mariacristinargdr
/5

La formazione, la struttura interna, i movimenti e breve storia del Pianeta Terra: riassunto (5 pagine formato doc)

COS'E' LA TERRA

Il pianeta Terra.

Nella via Lattea cinque miliardi fa nacque il Sole, che ha dato origine al Sistema Solare. La Terra è un geoide, una figura irregolare schiacciata ai poli e con un rigonfiamento vicino l’equatore.

PIANETA TERRA: MOVIMENTI

I movimenti della Terra. La Terra ruota su se stessa e compie il moto di rotazione e il moto di rivoluzione.

Il moto di rotazione. Il moto di rotazione è quello che la Terra compie rotando su se stessa in senso antiorario intorno all’asse terrestre. Per compiere una rotazione completa la Terra impiega 24 ore, prendendo il nome di giorno. Le conseguenze del movimento di rotazione sono:
•    il movimento apparente in senso orario della volta celeste;
•    l’alternarsi del giorno e della notte: i raggi del sole provenienti da molto lontano la illuminano solo per una metà. La linea immaginaria che separa il giorno dalla notte si chiama circolo di illuminazione.
Il passaggio dal giorno alla notte non è brusco, ma graduale.                                   
Il moto di rivoluzione. Il moto di rivoluzione è quello che la terra compie attorno al Sole, formando un orbita ellittica, detta eclittica.
Durante il moto di rivoluzione l’asse terrestre non cambia mai l’inclinazione.
Il moto di rivoluzione dura un anno.
Le conseguenze del moto di rivoluzione e dell’inclinazione dell’asse terrestre sono: la diversa durata del giorno e della notte e l’alternarsi delle stagioni.
Durante il moto di rivoluzione la Terra occupa quattro posizioni fondamentali:
il 21 marzo, giorno di inizio della primavera;
il 21 giugno, giorno di inizio dell’estate;
il 23 settembre, giorno di inizio dell’autunno;
il 22 dicembre, giorno di inizio dell’inverno.
Il 21 marzo i raggi solari giungono perpendicolari all’equatore, e il circolo di illuminazione passa per i poli e divide tutti i paralleli in due parti uguali.
Il giorno e la notte hanno la stessa durata, siamo nell’equinozio di primavera; nell’emisfero settentrionale inizia la primavera e in quello meridionale inizia l’autunno.

Schema sul Pianeta Terra: forma, dimensioni, coordinate e moti

In afelio le ore di luce aumentano nell’emisfero settentrionale e diminuiscono in quello meridionale.
Il 21 giugno i raggi solari giungono perpendicolari al Tropico del Cancro, nella calotta polare artica è sempre giorno.
Nell’emisfero settentrionale inizia l’estate e il giorno raggiunge la sua massima durata, nell’altro emisfero inizia l’inverno. Il 21 giugno è detto solstizio d’estate.
Mentre la Terra si allontana dall’afelio, nell’emisfero settentrionale diminuiscono le ore di luce.
Il 23 settembre il circolo di illuminazione passa di nuovo per i poli e i raggi del sole sono perpendicolari all’equatore.
Si ha ancora la stessa durata del giorno e della notte, è il solstizio d’autunno, nell’emisfero settentrionale è l’inizio dell’autunno e nell’altro emisfero è l’inizio della primavera. La Terra quando si avvicina al perielio, la parte illuminata diminuisce nell’emisfero settentrionale. Il giorno è più corto della notte.
Il 22 dicembre si ha la minima durata del giorno, è il solstizio d’inverno, nell’emisfero settentrionale è l’inizio dell’inverno. Il Sole è perpendicolare al Tropico del Capricorno, la calotta polare antartica è illuminata, mentre nell’emisfero settentrionale la notte ha la sua massima durata.
Esistono delle eccezioni.
All’equatore ogni giorno ha 12 ore di luce e 12 ore di buio. Ai poli si alternano 6 mesi di luce e 6 mesi di buio.

STRUTTURA INTERNA DEL PIANETA TERRA

La struttura interna della Terra. L’uomo non ha una conoscenza diretta dell’interno della Terra. Buona parte delle nostre conoscenze derivano da prove indirette, che hanno permesso di elaborare un modello della struttura interna della Terra.