Principi nutritivi dell'alimentazione

Appunto inviato da ostrogoto14
/5

Appunti dettagliati sui principi nutritivi dell'alimentazione e le loro funzioni, il fabbisogno energetico, il calcolo del metabolismo basale, l'indice di massa corporeo e la tabella degli alimenti (11 pagine formato doc)

PRINCIPI NUTRITIVI DELL'ALIMENTAZIONE

Gli alimenti. I principi nutritivi, sono sostanze che si costituiscono nel nostro organismo:
i protidi o proteine,
i lipidi o grassi,
i glucidi o carboidrati (amido e zuccheri),
le vitamine,
i sali minerali
l’acqua.

I principi alimentari: riassunto

PRINCIPI NUTRITIVI QUALI SONO

PROTIDI. Le proteine sono formate da catene di molecole dette amminoacidi e che hanno funzione plastica, cioè costituiscono il “materiale da costruzione” per l’organismo.
Le proteine sono contenute nella carne, nel pesce, nelle uova, nel latte e nei suoi derivati, nei legumi e nei cereali integrali.


Le molecole delle proteine sono costituite da molecole più piccole di amminoacidi unite insieme a formare delle lunghe catene.

Le proteine subiscono con la digestione delle trasformazioni chimiche, per cui si formano delle sostanze più semplici e solubili che possono essere assorbite dall’organismo.
Alcuni amminoacidi sono detti essenziali e sono presenti solo nelle proteine di origine animale che sono dette anche proteine nobili, questi possono essere ottenuti esclusivamente attraverso l’alimentazione, perché il corpo non riesce a costruirseli.
Gli altri amminoacidi possono essere costruiti dall’organismo allorché siano forniti quelli indispensabili, e sono presenti anche nelle proteine di origine vegetale, per questo motivo le proteine animali devono sempre essere presenti in un’alimentazione equilibrata.

Alimentazione e principi nutritivi: riassunto

I PRINCIPI ALIMENTARI

LIPIDI. I lipidi forniscono energia circa doppia rispetto agli zuccheri, anche se la loro assimilazione è più lenta. I lipidi costituiscono materiale per la produzione di nuove cellule. I grassi si trovano sia in cibi vegetali che animali. Oltre al forte apporto energetico, i grassi sono indispensabili come veicoli per alcune vitamine. Sebbene l’organismo umano, per mantenersi in buona salute, abbia bisogno sia di carboidrati che di grassi, una dieta troppo ricca di grassi, soprattutto animali, può essere nociva. I grassi in eccesso,infatti, si accumulano nei tessuti e ben presto conducono all’obesità.
I lipidi svolgono una funzione plastica ed energetica, ma anche protettiva per gli organi delicati.
I lipidi si possono dividere in semplici e complessi, a seconda della loro struttura chimica.
A parte una piccolissima percentuale che viene digerita dallo stomaco, la digestione dei lipidi avviene nell’intestino ad opera di enzimi pancreatici e intestinali; in precedenza essi vengono emulsionati (cioè frazionati in minuscole goccioline disperse in acqua) dalla bile.

I principi nutritivi dell'alimentazione: quali sono

QUALI SONO I PRINCIPI ALIMENTARI

GLUCIDI. Il comune zucchero da tavola ha il nome di saccarosio. Come l’amido, contenuto in quasi tutti i vegetali, come la cellulosa contenuta nel legno, il saccarosio appartiene alla famiglia dei glucidi, detti anche carboidrati e più comunemente zuccheri.
Sono comuni nei prodotti di origine vegetale (pane, pasta, riso, patate e zucchero), scarsi nei prodotti animali (latte).
Svolgono una funzione energetica.
Attraverso complesse trasformazioni chimiche, dai carboidrati si generano anche materiali proteici che hanno una funzione di riserva, e acidi grassi che servono come riserva. I glucidi si dividono a seconda della complessità della loro costituzione chimica, in monosaccaridi, disaccaridi e polisaccaridi.
I monosaccaridi sono gli zuccheri più semplici: il più diffuso in natura è il glucosio. Questo zucchero si trova, soprattutto, nella frutta matura e nel miele. Il glucosio viene utilizzato immediatamente nell’organismo, senza bisogno di venire trasformato.
I disaccaridi sono formati da due molecole di monosaccaridi, e fra essi troviamo il saccarosio, che è il comune zucchero da tavola, estratto dal fusto della canna da zucchero o dalla radice della barbabietola da zucchero. Il maltosio, zucchero di malto, non si trova allo stato libero, ma è prodotto dalla digestione dell’amido. Il lattosio si trova nel latte dei mammiferi, è assente nel mondo vegetale.