i crostacei

Appunto inviato da sidela87
/5

i crostacei: classificazione, habitat, alimentazione, scheletro, riproduzione (1 pagine formato txt)

I Crostacei.
Motivazione della scelta:ho scelto di fare la ricerca sulla classe dei crostacei perchè, secondo me sono interessanti . Classificazione. I crostacei sono un Subphylum di artropodi prevalentemente acquatici, comprendente i granchi, le aragoste e i gamberetti.Il subphylum dei crostacei comprende la classe dei cefalocaridi, nella quale sono raccolte alcune forme primitive, rare, di piccole dimensioni. La classe dei branchiopodi comprende quattro ordini di animali solitamente piccoli che si nutrono della materia organica sospesa nelle acque dolci; un'eccezione è rappresentata da Artemia salina che vive nelle acque salmastre. La classe dei massillopodi comprende sei sottoclassi: di esse, quella dei copepodi consiste di piccoli animali dalla struttura semplificata, abbondanti sia in acque marine che in acque dolci; molti di essi sono parassiti.
La sottoclasse dei branchiuri comprende esoparassiti di pesci marini e di acqua dolce. La sottoclasse dei cirripedi comprende animali marini, alcuni dei quali sono parassiti e la maggior parte predatrice. Da adulti i cirripedi sono animali bentonici fissi (vivono ancorati ai fondali o ad altri oggetti, ad esempio relitti), altamente modificati. I crostacei rimanenti, considerati animali superiori, fanno parte della classe dei malacostraci, che comprende a sua volta due sottoclassi. Tutti i malacostraci hanno otto segmenti toracici e sei o sette segmenti addominali. La sottoclasse degli eumalacostraci ha quattro superordini: sincaridi (crostacei privi di carapace, molto piccoli); oplocaridi (comprende anche specie commestibili, molto comuni, come Squilla mantis); peracaridi (comprendenti vari ordini, due dei quali amfipodi e isopodi molto abbondanti e comuni); ed eucaridi, con due ordini. L'ordine degli eufausiacei comprende animali simili a gamberi, di piccolissime dimensioni, che formano il krill di cui si nutrono le balene. L'ordine dei decapodi è, infine, quello che comprende specie accomunate dal possedere cinque paia di arti toracici: si tratta di animali familiari come i gamberetti, i granchi, i paguri e le aragoste. Diffusione nel mondo. Fra gli animali meglio adattati, i crostacei dominano l'ambiente marino proprio come gli insetti primeggiano sulla terraferma. I crostacei sono anche bene adattati alle acque dolci e alcuni, come gli isopodi, sono abbondanti negli ambienti terrestri umidi. Sebbene la maggior parte dei crostacei sia di piccole dimensioni, essi hanno forma corporea e abitudini molto varie e comprendono anche specie molto grandi, ad esempio aragoste lunghe fino a 60 cm e granchi con un'apertura delle zampe di 3,6 m. Il subphylum dei crostacei comprende 26.000 specie conosciute. Habitat . I crostacei vivono in habitat molto vari e sono adattati a modalità di vita diverse. Essi rappresentano un nodo importante delle reti alimentari, in parte perché molti di essi si nutrono di piccoli organismi vegetali e animali. Molti crostacei filtrano particelle di cibo dall'acqua, ma i più gra