Descrizione dei vulcani: riassunto

Appunto inviato da monti16
/5

La descrizione della formazione dei magmi, le eruzioni, i tipi di lava, la struttura e gli edifici vulcanici. Riassunto sui vulcani (2 pagine formato doc)

DESCRIZIONE DEI VULCANI: RIASSUNTO

Vulcani.

Formazione dei magmi - È universalmente riconosciuto che la terra è formata da più strati: man mano che si scende la temperatura aumenta. Con l’aumentare della temperatura però, aumenta anche la pressione dovuta al peso dei materiali sovrastanti e con questa, anche l’energia necessaria per fondere le rocce.
Può succedere però che il magma si formi per una diminuzione di pressione o per un locale aumento di temperatura.
I magmi, essendo più leggeri delle rocce solide, sono interessati da movimenti di risalita: s’insinua nei pori delle rocce circostanti e si unisce ad altre gocce formando diapiri magmatici. Essi continuano a salire finché rimangono meno densi delle rocce circostanti e si fermano quando esse hanno la loro stessa densità, formando un equilibrio.

I vulcani: riassunto


STRUTTURA DI UN VULCANO

L’equilibrio può rompersi:
-    Per apporto di nuovo magma (aumento di temperatura)
-    Fusione di rocce circostanti (meno dense)
-    Cristallizzazione frazionata dei minerali meno densi
La cristallizzazione frazionata rende il magma più leggero e ricco di vapore acqueo e sostanze allo stato gassoso.
Quando giunge vicino alla superficie, i diapiri si fermano e formano la camera magmatica dove si stabilisce un equilibrio tra la pressione circostante e quella interna.

Ciò può durare per periodi più o meno lunghi: se rimane in equilibrio per molto tempo, solidifica e forma rocce intrusive.

Cosa sono e tipi di vulcani


COSA SONO I VULCANI

Eruzioni vulcaniche. Se si verifica una diminuzione della pressione litostatica (che può avvenire se gli strati rocciosi si assottigliano e si rompono) o l’aumento della pressione esercitata dai gas (che può avvenire con l’arrivo di nuovo magma), ci sarà un’eruzione vulcanica con formazione di un vulcano.
La diminuzione della pressione fa diminuire anche la solubilità dei gas, costringendo i gas in eccesso ad abbandonare il magma. Questi gas esercitano a loro volta della pressione sulle rocce sovrastanti e se superano un certo limite, le rocce si frantumano e formano un camino vulcanico che mette in comunicazione il magma con l’esterno.
L’apparato che viene a formarsi si chiama edificio vulcanico la quale apertura è il cratere che può essere centrale o laterale. Il magma fuoriuscito si libera dei gas disciolti e diventa lava.

I vulcani: riassunto


I VULCANI: RIASSUNTO

La lava
La lava può essere:
-    Mafica: relativamente fluida, si espande rapidamente; caratterizza l’attività vulcanica effusiva.
-    Felsica: molto viscosa, scorre lentamente e per distanze brevi; caratterizza l’attività vulcanica esplosiva.
L’attività vulcanica effusiva si manifesta con continue e tranquille emissioni di lava, dette colate laviche. Andrà a formare:
-    Lave a corda, che hanno perduto tutto il gas e hanno superficie liscia;
-    Lave scoriaceee, che non hanno perduto tutti i gas e hanno superficie frastagliata;
-    Lave a cuscino, negli ambienti sottomarini.
L’attività vulcanica esplosiva si manifesta con emissioni lente le quali solidificano in prossimità dell’edificio vulcanico, a volte anche sullo stesso cratere. In questo caso i gas si accumulano e vengono successivamente liberati con violente esplosioni che scaraventano in aria brandelli di lava solidificati detti piroclasti.