Il lino

Appunto inviato da antonio9000
/5

Spiegazione sul ricavo e l'utilizzo del lino (1 pagine formato doc)

Untitled Le fibre tessili Il lino È la fibra del fusto di una pianta annuale,alta,fino ad un metro,con fiore azzurro o bianco,foglie strette e appuntite.
Si coltiva principalmente in Russia,Olanda,Francia,Belgio,Irlanda e U.S.A. La coltura può essere fatta per ottenere la filaccia(varietà da tiglio) o per il seme(varietà da olio). Il lino da tiglio ha uno stelo alto e poco ramificato e si raccoglie quando il fusto ingiallisce e il seme non è ancora maturo;il lino da seme è più basso e la raccolta avviene soltanto quando il seme è maturato completamente. Il lino non è formato,come il cotone quasi esclusivamente da cellulosa ma contiene anche lignina,grassi,cere.
I filamenti sono lunghi in media 50-60 cm. E sono formati da fibre elementari lunghe 2-4 cm,saldate tra loro da sostanze collose La raccolta del lino per fibra viene fatta estirpando le pianticelle,che poi vengono fatte essiccare al sole. Segue la battitura o sgranellatura degli steli per separarne le capsule dalle foglie. Si procede alla macerazione e alla maciullatura(in entrambe si procede alla separazione delle fibre dalle sostanze gommose). Con la scotolatura la filaccia è finalmente libera da ogni sostanza legnosa. Con la pettinatura si separano le fibre corte (stoppe) e si dispongono parallelamente a quelle lunghe.