L'occhio Umano

Appunto inviato da dragoneye44
/5

Le caratteristiche generali dell'occhio e delle illusioni ottiche (3 pagine formato doc)

Occhio, cervello e visione Occhio, cervello e visione L'occhio ?n organo con funzione di captare le radiazioni luminose e di trasformarle in impulsi nervosi per scopi recettivi L'occhio, la macchina fotografica del nostro corpo, ?n estroflessione formatasi durante la fase embrionale del cervello quando non si ?ncora verificata la formazione del cranio.
L'occhio si sviluppa dal foglietto embrionale pi?terno ovvero l'ectoderma che si in vagina, dando origine al calice ottico. L'occhio ?uddiviso in diversi strati. La parte pi?terna di colore bianco ?efinita sclera. E' caratterizzata dal fatto di essere vascolarizzata, molto spessa e formata da fasci di fibre connettivali.
Il compito della sclera ?uello di mantenere la forma del bulbo oculare, proteggendo le strutture interne. Il secondo strato, coroide, ?ortemente vascolarizzato (il tessuto pi?scolarizzato del nostro corpo) con funzione di “raffreddamento” della retina. Infatti la superficie della retina si riscalda molto perch?ltre ad essere opaca, in funzione di assorbimento di luce, il calore ?mpliato dal fatto che sulla parte esterna dell'occhio ci sono due lenti, il cristallino e la cornea. Il cristallino che ?ontenuto all'interno di una capsula trasparente, ha la funzione di mettere a fuoco gli oggetti attraverso la sua contrazione ed estensione. Nell'iride, posta sopra il cristallino, sono presenti 2 muscoli che dilatano o costringono l'apertura pupillare per permettere il passaggio di pi?ce (in condizioni di scarsa illuminazione) o di meno luce (in condizioni di forte illuminazione dell'ambiente).Riceve le sostanze nutritizie dall'umor vitreo se ci?n avviene le cellule del cristallino muoiono e diventano opache, opacizzando il cristallino, questo fenomeno ?efinito cataratta. La cornea, il rivestimento pi?terno dell' occhio, oltre ad essere un'altra lente ?olto innervata, serve per contenere l'umor acqueo che mantiene costante la pressione nell'occhio. Inoltre essendo trasparente permette la trasmissione delle immagini all'interno del bulbo. L'umor vitreo ?a sostanza gelatinosa all'interno dell'occhio. La produzione dell' umor acqueo avviene tramite i processi ciliari ci?rve per mantenere l'occhio sembra umido. Retina La retina, la parte assorbente della luce nel nostro occhio, ?nteramente formata da tessuti nervosi, le parti che percepiscono il colore e ci danno la visione notturna sono rivolte verso l'esterno dell'occhio per non ricevere direttamente la luce. Il primo strato ?ormato dal nervo ottico collegato alle cellule gangliari che a sua volta si collegano alle cellule bipolari connesse ai coni e bastoncelli. C'?n punto nella retina dove la luce che entra tocca direttamente i foto recettori senza passare attraverso le cellule gangliari e bipolari, questa zona si chiama fovea. Per questa ragione, l'uomo muove costantemente gli occhi, in modo che le immagini che risvegliano il suo interesse vadano a cadere nelle fovea. Per? retina dispone anche di un punto cieco situato dove