Semeiotica ed esame obiettivo del cuore

Appunto inviato da federicoparolini88
/5

Esame obiettivo del cuore, con particolare riferimento all'auscultazione (toni normali, rumori aggiunti, soffi) (29 pagine formato doc)

All’ispezione statica si valuta innanzitutto la morfologia della regione precordiale, ossia quella zona dell'emitorace sx che rappresenta la proiezione del cuore e dei grossi vasi.
Normalmente c’è simmetria tra emitorace dx e sx; questa morfologia può essere alterata per la presenza di deformazioni, dovute a:
- Alterazioni strutturali delle ossa, come per esempio il torace escavato, in cui si ha una concavità, oppure un petto con un'estroflessione verso l'esterno.


- Alterazioni della colonna vertebrale, come la sindrome da schiena dritta a cui si associa uno sterno piatto, tipico dei soggetti longilinei.
- Bozza precordiale: prominenza a livello dell'angolo di Louis, nella parte centrale e alta dello sterno; può essere dovuta ad un aneurisma dell'aorta ascendente, che abbia determinato anche un'erosione delle strutture ossee; raramente è dovuta a un cospicuo versamento di vecchia data; spesso è dovuta a un ingrandimento del cuore avvenuto in giovane età, quando la parete del cuore è facilmente deformabile.


Successivamente si ispeziona l’itto della punta, ossia il ritmico sollevamento della parete toracica che avviene durante la contrazione isometrica del ventricolo; esso è dovuto principalmente all’urto del ventricolo di sx e del setto interventricolare contro la parete toracica, urto che determina un sollevamento a livello dell'apice del cuore.


Per visualizzare meglio l’itto è possibile fare delle manovre; ponendo ad es. il pz in decubito laterale sul fianco sinistro è più facilmente apprezzabile.
.