Karl Marx: biografia, opere e pensiero

Appunto inviato da mpermalefica
/5

Biografia, opere e pensiero di Karl Marx: riassunto (13 pagine formato doc)

KARL MARX: BIOGRAFIA

Karl Marx: dallo studio dell'alienazione all'analisi del capitale.

Biografia e opere. Karl Marx nasce nel 1818 a Treviri, in Renania  da una famiglia di origine ebraica, convertita al protestantesimo.
Ricevette una formazione filosofica e iniziò un’attività pubblicista, unica fonte di sussistenza economica, vista la sua difficile relazione con i mondi culturali istituzionali, come l'università.
Fra il 1843 e il 1845 trascorre un soggiorno piuttosto movimentato a Parigi, che si conclude con l'espulsione dalla capitale francese.
Da Parigi, il filosofo tedesco si trasferisce a Bruxelles, dopo aver iniziato con Friedrich Engels un rapporto di amicizia che si protrarrà per tutta la vita. Nel 1848 si trasfe- risce a Londra, dapprima temporaneamente, chiamato dalla Lega dei Comunisti, per la quale scrive Il Manifesto del partito comunista, e dopo pochi mesi, in forma definitiva, a seguito dell'ennesima espulsione, stavolta da Bruxelles.

I motivi per cui la produzione marxiana ha avuto una storia così controversa sono molteplici, in primo luogo il carattere non accademico del suo lavoro.
Marx resta una personalità insolita e forte, da cui le scienze economico-sociali hanno ricevuto un contributo unico, forse il più significativo e radicale.

Karl Marx: pensiero sociologico, economico e filosofico

KARL MARX, BIOGRAFIA BREVE

Alienazione e umanesimo di Marx. Una prima analisi della società moderna si trova in un testo giovanile, che Marx scrive sotto forma di appunti nel 1844: I manoscritti economico-filosofici in cui Marx afferma che l'essenza dell'uomo diventa il problema della sua realizzazione, che comporta una liberazione dai vincoli che la società basata sui rapporti economici impone a ciascun individuo, per mezzo del lavoro industriale, che ha caratteristiche particolari, e conduce verso quella condizione che Marx indica con il termine alienazione nei Manoscritti del 1844.
Nei Manoscritti la condizione di inumanità e di mercificazione a cui viene sottoposto l'uomo è uno dei temi centrali della riflessione di Marx.
Il lavoro prende possesso dell'uomo, trasformandolo in macchina produttiva, inizia così un processo di reificazione e di mercificazione.
Per quanto riguarda la produzione  industriale, possedere beni vuol dire appartenere ad un livello sociale superiore e perciò occorre diversificare e soprattutto intensificare la produzione, l’interesse dell’economia si concentra sul prezzo della merce.
Il lavoro umano diventa merce esso stesso e si comprende la
posizione di Marx, che considera inumana la funzione svolta dal lavoratore salariato.
Ciò che Marx analizza nei Manoscritti tuttavia non è la miseria del lavoro, additata con scandalo dai comunisti rozzi.

KARL MARX, PENSIERO

La concezione materialistica della storia e il materialismo culturale
La storia per Marx deve essere considerata innanzitutto come il problema della proprietà dei mezzi di produzione.
Marx afferma che per spiegare le somiglianze e le diversità culturali è necessario far riferimento ai processi tecnico economici.