Diritto penale

Appunto inviato da flying
/5

Elementi di diritto penale, appunti.(Documento Word, 19 pag.) (0 pagine formato doc)

ELEMENTI DI DIRITTO PENALE ELEMENTI DI DIRITTO PENALE TITOLO I Parte generale Concetti introduttivi DIRITTO PENALE Nozione.
Il diritto penale è un complesso di norme giuridiche con cui lo Stato, con la minaccia di una sanzione, pena, proibisce determinati comportamenti, reati. È costituito essenzialmente dalle norme contenute nel codice penale e nelle leggi penali speciali. Comunque sono numerose le disposizioni penali contenute nel codice di procedura penale, nel codice civile e in altri testi legislativi. Caratteri. È diritto statuale, (principio di stretta legalità); È diritto pubblico, tutela l'interesse pubblico dello Stato alla conservazione e al progresso del corpo sociale; È diritto autonomo, regole e principi autonomi che trovano applicazione anche quando la norma rinvii ad altre branche dell'ordinamento. Norma penale.
La norma penale è: “ogni disposizione di legge che vieta un determinato comportamento, minacciando l'inflizione di una pena” (c.d. norma incriminatrice). Elementi costitutivi sono: Il precetto: comando o divieto; La sanzione: conseguenza giuridica che deriva dalla inosservanza del precetto. Rispetto a questi elementi esse possono definirsi: Norme perfette: contengono precetto e sanzione ben determinati; Norme imperfette: contengono direttamente il solo precetto o la sola sanzione; Norme penali in bianco: contengono una sanzione ben determinata, mentre il precetto ha carattere generico, specificato da atti normativi di grado inferiore. Caratteri. L'imperatività, la norma una volta posta in essere, diventa obbligatoria per tutti coloro che si trovano nello Stato; La statualità, in quanto essa deriva soltanto dallo Stato. Fonti del diritto penale e il principio di legalità. Generalità. Art. 25 Costituzione: il legislatore ha riservato allo Stato ogni competenza normativa in materia penale, principio della statualità, e ha disposto che fonti del diritto penale sono solo la legge ordinaria e gli atti ad essa equiparati, principio di legalità. La consuetudine nel diritto penale, ha efficacia limitata. Si applica solo la consuetudine integratrice se opera in senso favorevole all'imputato. Principio di legalità, (nullum crimen, nulla poena sine lege). Art. 25 Cost., commi 2 e 3: Nessuno può essere punito se non in forza di una legge che sia entrata in vigore prima del fatto commesso; Nessuno può essere sottoposto a misura di sicurezza se non nei casi previsti dalla legge. Questi due principi trovano applicazione negli artt. 1 e 199 del codice penale. Conseguenze del principio di legalità. Tipicità del reato: un fatto non può considerarsi reato se una legge non lo preveda come tale al momento della sua commissione; Riserva di legge: le pene e le misure di sicurezza devono essere espressamente stabilite dalla legge; Divieto di analogia: quando un fatto non è previsto dalla legge come reato non è possibile applicare la stessa disciplina prevista per un fatto analogo. Codice penale. È la fonte principale del diritto penal