La comunicazione come sistema relazionale

Appunto inviato da lory84
/5

Appunti sociologici sulla comunicazione (5 pagine formato doc)

La comunicazione come sistema relazionale Secondo la sociologia della comunicazione il comunicare rappresenta uno dei motori principali per lo sviluppo e il mutamento dei legami tra persone che finiscono per diventare ciò che comunemente chiamiamo società.
Una delle migliori analisi del rapporto tra comunicazione e relazione è elaborata a partire dagli anni ’60 dalla scuola di Palo Alto che propone: • Uno degli assiomi della comunicazione umana dice: “ Ogni comunicazione ha un aspetto di contenuto e uno di relazione, di modo che il secondo classifica il primo ed è quindi metacomunicazione”. Il contenuto diventa a volte un pretesto per comunicare lo stato di una relazione (sociale), vi è quindi un’importanza prevalentemente relazionale (a volte) a prescindere dal contenuto comunicativo (dal modo in cui parlo con qualcuno faccio intendere che tipo di relazione esiste tra me e il mio interlocutore). Qualsiasi comunicazione presenta questo doppio aspetto di relazione e di contenuto.
In una situazione ordinaria l’elemento relazionale rimane sullo sfondo non è esplicito, ma se la relazione tra gli interlocutori diventa problematica l’oggetto della comunicazione riguarda solo il piano relazionale e non il contenuto. Il carattere metacomunicativo del piano della relazione è dovuto al fatto che la natura della relazione condiziona le conseguenze comportamentali di un certo contenuto comunicativo. La metacomunicazione non è altro che comunicazione sulla comunicazione (modo → contenuto). Solitamente la metacomunicazione rimane qualcosa di implicito non del tutto consapevole, fino a che la relazione si deteriora al punto da richiedere un chiarimento delle rispettive posizioni relazionali. Il carattere implicito della metacomunicazione la confina di solito tra i sistemi comunicativi non verbali (da un tono di voce si percepisce quando una frase è scherzosa e quando invece non lo è). Non sempre è facile metacomunicare con linguaggio verbale, la difficoltà a farlo riguarda chiunque si preoccupi di studiare scientificamente la comunicazione (comunicare sulla comunicazione). • Un ulteriore assioma della comunicazione dice che “la natura di una relazione dipende dalla punteggiatura delle sequenze di comunicazione tra i comunicanti”; per spiegare l’idea di punteggiatura bisogna partire dall’idea che ogni messaggio ha un origine e una destinazione, tradotto nei termini della psicologia comportamentista avremo messaggi “stimolo” a cui seguono messaggi “risposta”. Se osservassimo la comunicazione da un punto di vista sistemico, noteremmo che invece non esistono messaggi singoli che partono e arrivano come in un ufficio postale, ma esiste un flusso ininterrotto di significati più o meno condivisi che è possibile suddividere in unità discrete chiamate “messaggi”, solo in modo arbitrario e convenzionale, cosi come arbitraria e convenzionale è la decisione circa quali messaggi siano da considerare stimoli e quali risposte. Questa suddivisione stimolo- rispo