Le regole del metodo sociologico di Durkheim: spiegazione

Appunto inviato da de206
/5

Spiegazione del metodo sociologico di Émile Durkheim (3 pagine formato doc)

DURKHEIM: METODO SOCIOLOGICO

La concezione del metodo sociologico di Durkheim.

Le regole del metodo sociologico, 1895. Il suicidio, 1897. Il problema del suicidio
Un aumento costante di suicidi testimonia un grave turbamento nelle condizioni organiche della società.
Obiettivo metodologico: applicare il metodo sociologico alla spiegazione di quello che potrebbe sembrare un fenomeno del tutto individuale
È al fattore sociale che si deve rivolgere  l’attenzione per spiegare  l’andamento dei tassi di suicidio. Esiste uno stretto rapporto tra i tassi di suicidio e la confessione religiosa (Protestantesimo e Cattolicesimo).
La differenza più evidente nell’organizzazione sociale delle due chiese è che alla base del protestantesimo vi è l’incoraggiamento dello spirito del libero esame: è una chiesa meno salfdamente integrata del cattolicesimo.

Emile Durkheim e la sociologia

LE REGOLE DEL METODO SOCIOLOGICO, SPIEGAZIONE

Il rapporto che intercorre tra l’integrazione socilae  e il suicidio non dipende dal particolare settore delle istituzioni sociali preso in esame: il suicidio vaira in ragione inversa al grado di integrazione dei gruppi sociali di cui l’individuo fa parte
- suicidio egoistico caratteristico delle società contemporanee. In correlazione con il culto dell’individuo
- suicidio anomico deriva dalla mancanza di regolazione morale  che caratterizza le relazioni economiche
L’anomia come l’egoismo è un fattore costante e specifico del suicidio nelle società moderne
Nelle società tradizionali:
- suicidio altruistico
- suicidio facoltativo.
Esteriorità e costrizione. Il compito specifico dello psicologo è studiare i motivi e le condizioni particolari che spingono determinati individui a commettere suicidio, quando si trovano in quelle condizioni sociali che sono connesse ad esso.
Una istanza fondamentale di Le regole è che bisogna chiarire l’oggetto della sociologia e delimitare il suo campo di indagine.
Ha per oggetto lo studio dell’uomo nella società.

LE REGOLE DEL METODO SOCIOLOGICO DURKHEIM, RIASSUNTO

Il tentativo di Durkheim di definire il fatto sociale si basa sull’applicazione del famoso principio della “esteriorità” e della “costrizione”. I fatti sociali sono “esterni” all’individuo in un duplice senso:
1.    ogni uomo nasce  in una società che sussiste già con una organizzazione definita e che condiziona la sua personalità
2.    ciascun individuo è solo un elemento singolo all’interno della totalità delle relazioni che costituiscono una società. Queste relazioni sono formate dalle molteplici interrelazioni tra gli individui.
Obiettivo concettuale - Se prende le mosse dell’individuo nessuna teoria può riuscire a comprendere le specifiche proprietà dei fenomeni sociali
Per determinare la natura dei fatti sociali - criterio empirico: presenza della costrizione morale
L’individuo è inserito in un sistema di doveri morali insieme ad altri uomini. Anche se non li rispetta, conferma il loro potere coercitivo.
Nella maggior parte dei casi gli individui riconoscono la legittimità dell’obbligo e non sono consapevoli del suo carattere coercitivo.