La ricerca sociale metodologie e tecniche di Corbetta: riassunto

Appunto inviato da igea
/5

descrizione dei due paradigmi dominanti nella ricerca sociale: Positivismo e Interpretativismo; un confronto tra ricerca qualitativa e quantitativa (8 pagine formato doc)

LA RICERCA SOCIALE METODOLOGIA E TECNICHE DI CORBETTA RIASSUNTO - Piergiorgio Corbetta: La ricerca sociale, metodologia e tecniche.

Cap. I: I paradigmi della ricerca socialeKuhn e i paradigmi delle scienze: la nozione di paradigma ha un’antica origine. Venne utilizzata sia da Platone (= modello) sia da Aristotele (= esempio).
Kuhn → “La struttura delle rivoluzioni scientifiche” (1962): ripropone il concetto di paradigma e rifiuta la concezione tradizionale di scienza intesa come accumulazione progressiva e lineare di nuove acquisizioni (concezione comulativa = le singole invenzioni si aggiungono al copro conoscitivo precedente) => esistono momenti “rivoluzionari” di interruzione di continuità col passato; il passaggio da una visione all’altra è globale tanto da determinare una rivoluzione scientifica. => Si  realizza una trasformazione della struttura concettuale (paradigma) attraverso cui gli scienziati guardano il mondo.

PARADIGMA per Kuhn = prospettiva/ visione teorica:
-    condivisa e riconosciuta dalla comunità di scienziati di una determinata disciplina;
-    fondata sulle acquisizioni precedenti della disciplina stessa;
-    che definisce la rilevanza dei fatti da indagare, fornisce le ipotesi interpretative e orienta le tecniche della ricerca empirica.

Leggi anche Metodologia e tecniche della ricerca sociale: appunti

PIERGIORGIO CORBETTA METODOLOGIA E TECNICHE DELLA RICERCA SOCIALE - Senza un paradigma una scienza è priva di orientamenti e di criteri di scelta: tutti i problemi, tutti i metodi, tutte le tecniche sono egualmente legittime. Il paradigma ne rappresenta invece la guida: i paradigmi, ribadisce Kuhn forniscono agli scienziati non solo un modello, ma anche alcune indicazioni indispensabili per costruirlo; sono  griglie di lettura, quadri generali a carattere preteorico entro cui si collocheranno specifiche teorie.
Kunh definisce scienza normale quelle fasi di una disciplina scientifica durante le quali predomina un determinato paradigma => disciplina/scienza si sviluppa in modo lineare e cumulativo attribuito alla tradizionale concezione di scienza.
X Khun il paradigma è un elemento caratterizzante le scienze “mature”in cui cioè esiste un unico paradigma largamente condiviso dalla comunità scientifica. In questa prospettiva le scienze sociali in quanto prive di un unico paradigma largamente condiviso, si troverebbero in una collocazione preparadigmatica. Lo stesso vale per la sociologia, sembra difficile individuare un paradigma condiviso dalla comunità dei sociologi.

Leggi anche Domande per l'esame di Metodologie e tecniche della ricerca sociale

METODOLOGIA DELLA RICERCA SOCIALE CORBETTA - Esiste un'altra interpretazione del pensiero di Kuhn, ed è una ridefinizione del concetto di paradigma, nel quale restano tutti gli elementi della definizione originaria (visone teorica che definisce la rilevanza dei fatti sociali, fornisce le ipotesi interpretative, orienta le tecniche della ricerca empirica) salvo uno, il carattere della condivisione da parte della comunità scientifica => possibilità di compresenza, all’interno di una determinata disciplina, di più paradigmi; e la sociologia (scienza sociale) diventa da preparadigmatica a multiparadigmatica => interpretazione del concetto di paradigma in termini di prospettiva globale, ma non esclusiva e competitiva con altre prospettive. Rimane però fondamentale il carattere preteorico, di “visone che orienta”; di immagine del mondo (non identificare il paradigma con teorie e correnti di pensiero). Leggi anche Metodologia e Tecnica della ricerca sociale: esercitazione