Il rituale collettivo e i riti di passaggio

Appunto inviato da 7psyco6
/5

Appunti su: I rituali, Relazione individuo-società, Caratteristiche del rituale collettivo, riti di passaggio, preliminari, Liminari, Postliminari, Tipi di rituali, Fasi del corso della vita, Il liminoide (4 pagine formato doc)

Il rituale collettivo è studiato nell'antropologia culturale.
La teoria k consideriamo è quella di Durkheim: la Francia, agli inizi del 900, spedisce nelle sue colonie gli antropologi e grazie ai loro materiali, Durkheim sviluppa la teorie delle forme elementari della vita religiosa (1912). Egli, come tutti i sociologi dell'epoca, si chiede come sia possibile la società. Le risposte sono molteplici e diverse: secondo personaggi come Rousseau e Locke, la società è l'idea astorica di un contratto sociale primordiale. Secondo Durkheim, prima di questo ipotetico contratto sociale, qualcosa deve fare in modo k gli individui si riuniscano x stipulare questo contratto e secondo lui, quest'esigenza è la solidarietà precontrattuale. Questo sociologo, rispetto agli altri, aveva idee diverse del legame sociale: la società viene da un bisogno intimo degli uomini e la società è solidarietà precontrattuale che si crea attraverso i rituali..