Stratificazione e classi sociali

Appunto inviato da 7psyco6
/5

appunti sulla stratificazione e classi sociali. I sistemi fondamentali della stratificazione; Teorie sulla stratificazione; Teorie funzionaliste; Teorie del conflitto; I ceti; Teoria dello squilibrio di status (Lenski); Classi sociali; I cambiamenti delle classi; Concetto di classe sociale oggi (4 pagine formato doc)

STRATIFICAZIONE SOCIALE DEFINIZIONE - La stratificazione è l’argomento centrale della riflessione sociologica.
La stratificazione è sempre esistita ed è presente in tutti i gruppi e la diversificazione è definita come uno strato costituito da un insieme di persone che si trovano nella stessa posizione rispetto alle risorse e al potere individui differenziati rispetto all’aspetto distributivo e relazionale hanno diverse possibilità di accedere a risorse (scolarità, professione) e a rapporti di potere.
L’aspetto relazionale è evidente quando si parla di ceti: in sociologia si ricostruiscono le differenze per gruppi di individui e possono essere studiati usando spiegazioni simili.
Sistemi fondamentali della stratificazione
Ci sono 4 sistemi fondamentali  della stratificazione della società umana:
-    Schiavitù
-    Costa
-    Ceto: fa riferimento in termini storici al medioevo (feudi)
-    Classe: sistema k contraddistingue le società moderne

Leggi anche La stratificazione sociale e la struttura di classe: appunti

STRATIFICAZIONE E CLASSI SOCIALI - Le classi sociali si distinguono dalle altre forme di stratificazione:
-    Non dipendono da ordinamenti giuridici o religiosi (come le caste indiane)
-    La collocazione di classe è in parte acquisita è frequente la mobilità sociale
-    Si fondano sulla differenziazione economica
-    I sistemi di classe si fondano su rapporti impersonali: la schiavo col padrone ha un rapporto di
dovere e rispetto, mentre nelle classi, nei confronti delle classi più alte, non è necessario dimostrare riconoscenza

Leggi anche Concetto di classe sociale

STRATIFICAZIONE SOCIALE OGGI: TEORIE SULLA STRATIFICAZIONE: Teorie funzionaliste: nascono da Durkheim e si rifanno alle scuole americane del secondo dopoguerra com’è possibile mantenere l’ordine nella società? selezione sociale delle abilità.

Coloro che hanno studiato di più il fenomeno della stratificazione in ambito funzionalista sono Davis e Moore.
Con una grande divisione sociale del lavoro caratteristica della nostra epoca, l’ordine si mantiene grazie alla stratificazione: ognuno ha la sua posizione sociale per fare funzionare il tutto servono le diversità ogni posizione è necessari la stratificazione è necessaria.
I funzionalisti dicono che è necessario un primario di cardiochirurgia guadagni molto in quanto ha faticato tanto per arrivare alla sua posizione, che è necessaria alla società (anche gli spazzini sono necessari alla società ma non faticano per arrivare a fare quel lavoro).

Leggi anche Stratificazione sociale: riassunto

STRATIFICAZIONE SOCIALE MAX E WEBER - Teorie del conflitto. Marx: egli era un materialista storico: le dinamiche sociali e storiche si fondono nel tipo si sistema produttivo presente in quella data epoca storica. Il sistema produttivo definiva l’organizzazione nel suo complesso e quindi le sovrastrutture legali e politiche (apparato di governo, chiesa, ...). il rapporto fra le classe è sempre stato di sfruttamento.