Le tappe del pensiero sociologico di Raymond Aron: riassunto

Appunto inviato da ziosam
/5

Riassunto completo del libro di R. Aron per l'esame di storia del pensiero sociologico, Le tappe del pensiero sociologico. Montesquieu, Comte, Marx e Tocqueville (23 pagine formato doc)

LE TAPPE DEL PENSIERO SOCIOLOGICO DI RAYMOND ARON: RIASSUNTO

Le tappe del pensiero sociologico.

R. Aron. Montesquieu (1689-1755). Sociologo perché tenta di conoscere scientificamente la realtà sociale. Ne Lo spirito delle leggi egli tenta di rendere intelligibile la storia, di comprendere il dato storico che gli si presenta come una diversità quasi infinita di usi, costumi, leggi, istituzioni; come si giungerà, dunque ad un ordine pensato da tutto ciò? In due modi: risalendo alle cause che hanno determinato l’andamento generale degli eventi (spiegando perciò il divenire) ed organizzando la diversità riportandola ad un piccolo numero di tipi o concetti.
•    Teoria politica
Distingue tre tipi di governo e li definisce in base ai concetti di natura (ciò che lo fa essere quel che è, la sua struttura) e principio (Il sentimento che deve animare gli uomini in quel tipo di governo perché esso funzioni) del governo:
1.    la Repubblica in cui il popolo detiene il potere; essa dipende dalla virtù intesa come rispetto delle Leggi e dedizione degli individui alla collettività.
2.    la monarchia in cui uno solo governa ma secondo leggi fisse; essa dipende dall’onore inteso come rispetto nei confronti del rango.
3.    il dispotismo in cui uno solo governa senza legge e determina tutto secondo la sua volontà; essa dipende dal timore.

Lo spirito delle leggi di Montesquieu: riassunto e spiegazione

LE TAPPE DEL PENSIERO SOCIOLOGICO: RIASSUNTO

Ciascuno dei tre tipi risponde ad una certa dimensione della società considerata (in questo sta l’importanza di Montesquieu, nell’aver combinato l’analisi dei regimi con quella del tipo di società): la repubblica può esistere solo in un piccolo territorio, la monarchia ha bisogno di uno Stato medio, mentre un grande impero suppone un’autorità dispotica in chi lo governa.
Decisivo è il concetto che la vita sociale si diversifica in relazione al modo in cui è esercitato il potere: nella repubblica l’organizzazione è fondata sull’uguaglianza, nella monarchia sulla disuguaglianza (sebbene il bene della collettività sia assicurato e l’autorità è esercitata secondo le leggi e la moderazione), nel dispotismo si torna all’uguaglianza, ma fondata nella paura, sull’arbitrarietà e sulla violenza.
Analizza in particolare la forma di governo inglese che  vede come garanzia di libertà; garanzia che dreriva dalla separazione dei poteri legislativo (alle due camere), ed esecutivo (al re che garantisce rapidità di azione e decisione). Allo nbstesso modo vede nelle rivalità tra le classi una fonte di equilibrio di poteri.

In sotanza egli sostiene che la condizione del rispetto delle leggi e della sicurezza dei cittadini risiede in un potere che non sia illimitato.

RAYMOND ARON LE TAPPE DEL PENSIERO SOCIOLOGICO

•    Dalla teoria politica alla sociologia. Montesquieu identifica determinati aspetti delle società: il clima ed il terreno, l’aspetto economico della vita collettiva, il numero di abitanti, la funzione della religione e le distingue poi in cause fisiche e morali.
Ebbene, tutte queste variabili condizionano le istituzioni contribuendo ad orientarle.
Lo spirito generale di una nazione è l’aspetto più importante, è la risultante del clima, dei costumi, della religione, degli esempi del passato e costituisce l’originalità e l’unicità della collettività che è stata plasmata nei secoli da tutti questi fattori (é simile al concetto di cultura della nazione degli antropologi americani).