I tipi di intervista e di campione.

Appunto inviato da grace
/5

Breve rassegna sui vari modi di intervistare e sulle modalità di scelta del campione. (6 Pag - Formato Word) (0 pagine formato doc)

Ethan Frome TIPI DI INTERVISTA E DI CAMPIONE Le distinzioni sono diverse a seconda degli autori e dei diversi criteri da essi adottati.
In generale possiamo distinguere 3 tipi di intevista: L'intervista libera; L'intervista con questionario; L'intervista con questionario per campione. Questa distinzione prende in considerazione contemporaneamente 3 criteri significativi, che riguardano il ruolo dell'intervistatore (da un > a un < di iniziativa autonoma discrezionale), lo strumento tecnico dell'intervista (il questionario nelle sue varie forme), e infine la posizione, la struttura e le caratteristiche dell'intervistato. definiamo intervista libera, quel tipo di intervista in cui l'intervistatore può usare tutta la sua iniziativa nell' iniziare e portare a termine il colloquio per gli scopi conoscitivi che interessano gli obiettivi della sua ricerca.
Questo tipo di intervista può essere suddiviso in vari sotto-tipi: l'intervista non strutturata; l'intervista non direttiva; l'intervista focalizzata; l'intervista per la raccolta di storie di vita, o intervista guidata; l'intervista formale. L'intervista non strutturata È caratterizzata dalla totale libertà lasciata all'intervistatore. Deve essere in grado di scoprire connessioni logiche e sostanziali in un discorso apparentemente slegato e casuale, stabilire in base a pochi, indiretti accenni il ruolo sociale dell'intervistato, le sue aspirazioni profonde, il tipo di attività, relazioni, delusioni e frustrazioni. Tale intervista si distingue per la grande spontaneità consentita all'intervistato. Es. sono monografie che riguardano particolari condizioni umane e i loro problemi specifici, frutto di incontri in cui l'intervistato parla liberamente della sua situazione di lavoro o di disoccupato, della propria famiglia, dei programmi cinematografici che più lo interessano, della concezione che si è fatta del mondo e della vita, di ciò che si attende per i figli, ecc. Per tali interviste ci si può avvalere anche dell'analisi del contenuto (analisi sistematica di un testo o del messaggio di qualsiasi mass media, allo scopo di stabilirne i temi ricorrenti, la simbologia positiva e negativa, i legami interni e i richiami evocativi, più o meno espliciti, ossia le associazoni mentali che intende indurre o provocare). L'intervista non direttiva È affine ad a). Se ne distingue perché essa tende, più che a raccogliere dati o "fatti", a consentire all'intervistato a parlare liberamente, a esplicitare emotivamente tutto il mondo emotivo e di pensiero che gli si agita dentro. L'importanza di questa intervista è, oltre che conoscitiva, anche di ordine terapeutico: consentendo all'intervistato di parlare liberamente dei suoi problemi interiori, psichici, lo aiuta a prendere piena coscienza, e quindi a rimuoverli, aliberarsene. Alcuni ricercatori (ispirati a Elton Mayo, pioniere di queste pratiche) hanno riassunto una serie di regole da seguire per condurre correttamente questo tipo di intervista: L'intervistatore dev