Cosa sono le ACLI

Appunto inviato da kiraromana Voto 6

Cosa sono le ACLI? Riassunto e significato delle Associazioni Cristiane dei Lavoratori Italiani (3 pagine formato doc)

COSA SONO LE ACLI

Le Acli: Associazioni cristiane dei lavoratori italiani. Esse vengono alla luce nel corso di quattro incontri dal 14 giugno al 5 luglio 1944,dopo la liberazione di Roma, per opera di Achille Grandi, Piercostante Righini, Vittorino Veronese, Luigi Palma, Silvestra Tea Sesini, Giulio Pastore e Lamberto Giannittelli.
La prima uscita pubblica fu il 26-28 agosto 1944(con sede a via monte della Farina,64 di proprietà ecclesiastica) per l’esigenza di un’organizzazione che formasse i lavoratori italiani nella dottrina cristiana.

Esse dovevano curare la formazione religiosa, morale e sociale dei lavoratori, come corrente cristiana del nuovo sindacato unitario.
Ottengono un’investitura ufficiale nel 1945 quando Pio XII le definisce “cellule dell’apostolato cristiano moderno”. Nei primi mesi ci fu un forte dibattito con la Democrazia Cristiana (Alcide de Gasperi) per la direzione della corrente sindacale cristiana.

Politica italiana: storia dei partiti, movimenti e personaggi

ACLI COS'E'

Primo presidente delle Acli fu Achille Grandi, gli succedette Ferdinando Storchi. Fin dall’inizio esse si presentarono come movimento atipico in ambito cattolico, in quanto mirano a una presenza cristiana nel mondo del lavoro. Nel 1947 gli iscritti sono oltre mezzo milione ed esse gestiscono la “mescita delle bevande alcoliche”, che porterà alla formazione e diffusione dei circoli nelle realtà sociali. All’interno si sviluppano numerosi servizi, in primo luogo il movimento per le donne. Con l’attentato a Palmiro Togliatti nel 1948, le Acli sono pronte alla scissione(dalla DC e dalla chiesa) e sotto l’impulso di Giulio Pastore, sui principi di indipendenza e non confessionalità, si forma il “movimento sociale dei lavoratori cristiani”.

Aldo Moro e la politica italiana degli anni '70: riassunto

LE ACLI: RIASSUNTO

1. Prima crisi: 1948-1950 crisi di identità sul futuro delle Acli. Terzo congresso nazionale,1950, il presidente Storchi presenta il movimento in ripresa con un programma sociale “per una società cristianamente fondata sul lavoro”. Le Acli diventano moto autonomo dei lavoratori cristiani.
Successore di Storchi è Pennazzato che è attento alla linea della DC per valorizzare la dinamica sociale delle Acli. Nel congresso del 1955 l’organizzazione propone un ambizioso titolo:”un grnade movimento operaio cristiano, guida della classe lavoratrice”.
1956 crisi del comunismo, le Acli rafforzano un proprio diverso anticomunismo.
2. Seconda crisi:
Aclisti e sindacalisti della Cisl danno a vita alla corrente di “rinnovamento” che scatena una dura reazione della destra e le pressioni ecclesiastiche.
Ci sono momenti di tensione e incertezza. Si forma una presidenza di transizione. Importante la figura di Labor. Lo strumento essenziale diventa la formazione. 1958 aperta una scuola elementare per la formazione della nuova classe dirigente. Nel congresso di Roma del 1963,grande successo, interviene Aldo Moro.

I Partiti di Massa in Italia: socialisti, cattolici e nazionalisti