Schema sui conflitti in Medio Oriente

Appunto inviato da missjoint
/5

Schema chiaro sui principali conflitti in Medio Oriente dalla nascita dello Stato di Israele al Libano (3 pagine formato doc)

CONFLITTI IN MEDIO ORIENTE

Conflitti in Medio Oriente. Premesse: Sviluppo del movimento nazionale arabo in Medio Oriente, 2 correnti: tradizionalista (reislamizzazione); Laica e nazionalista → prevale.

Nel 1941 nasce la Lega degli Stati Arabi tra: Transgiordania, Siria, Libano, Iraq, Egitto, Arabia Saudita, Yemen. Scopi della Lega: cooperazione politica ed economica; ambizioni di integrazione federalista.

Questione del Medio Oriente: riassunto

PRINCIPALI CONFLITTI IN MEDIO ORIENTE

Nascita della Stato di Israele: nel 1939, GB promette di rendere indipendente la Palestina (ancora contesa tra ebrei ed arabi) entro 10 anni, e durante la guerra i sionisti premono per la creazione della Stato di Israele. Alla fine della guerra ancora nulla è cambiato, ed i sionisti trovano un importante appoggio negli USA, dove la comunità ebraica è molto potente (notevole impulso dalla scoperta del genocidio).

La GB però non vuole inimicarsi gli stati arabi e quindi contrasta il legame ebrei-USA, e mentre i sionisti chiedono libertà di emigrazione, in Palestina gli ebrei iniziano a combattere sia contro gli arabi che contro gli inglesi. Nel 47 la GB annuncia di voler ritirare le truppe dalla Palestina l’anno dopo e lascia tutto in mano all’ONU, che propone agli arabi di dividere il territorio in uno stato di Palestina ed uno di Israele, ma gli arabi rifiutano. Quando gli inglesi lasciano la Palestina, nel maggio 48, gli ebrei proclamano la nascita dello Stato di Israele, e la Lega Araba attacca subito il nuovo stato., facendosi però sconfiggere → affermazione dello stato ebraico, che si ingrandisce rispetto al piano di spartizione dell’ONU: occupa la parte ovest di Gerusalemme, mentre la Transgiordania (che diventa Giordania) ingloba i territori occupati dalle sue truppe nel conflitto, e così lo stato di Palestina non può nascere. 1.000.000 di arabi abbandona la Palestina x andare nella maggioranza dei casi in Giordania: inizia il dramma palestinese.

Storia del Medio Oriente

CONFLITTO ARABO ISRAELIANO: CAUSE

La crisi di Suez: all’inizio dei 50, il centro del nazionalismo arabo è l’Egitto, dove il nazionalismo sembrava spento dai 30, quando gli inglesi avevano accordato l’indipendenza in politica estera e difesa in cambio del mantenimento della presenza militare nella zona del canale di Suez. La monarchia egiziana era comunque legata alla GB, che teneva in piedi in Egitto un governo corrotto ed inefficiente contestato dalla borghesia e dalla setta dei Fratelli Musulmani, la forza integralista + forte. Nel 52 Nasser guida un colpo di stato militare ed assume il potere, tentando un processo di industrializzazione e riforme socialiste. Nasser dimostra subito di volersi liberare del peso straniero e di voler guidare gli stati arabi vs. Israele. Ottiene lo sgombero della GB dalla zona del canale e stipula accordi con URSS x aiuti econ e milit. Nel 56 come reazione gli USA bloccano finanziamenti x la diga di Assuan, indispensabile x l’elettrificaz dl paese, ed allora Nasser nazionalizza la Compagnia del Canale di Suez (grandi interessi di GB e FRA). In accordo coi gov di GB e FRA, ISR attacca l’EGI e lo sconfigge, mentre truppe GB e FRA occupano la zona di Suez. Effetto: rilanciare causa panarabismo ed aumentare prestigio personale di Nasser. EGI preminente fra paesi in via di svil. 69 rivoluz di ispiraz nasseriana in Libia, dove GHEDDAFI prende il potere cn colpo di stato militare: nazionalizza compagnie petrolifere straniere ed espelle comunità italiana.

Stato di Israele: storia e geografia