Le caratteristiche del romanico

Appunto inviato da beatricemarciani92
/5

Le caratteristiche ed esempi di arte romanica (3 pagine formato docx)

IL ROMANICO: CARATTERISTICHE

Il romanico.

Il Ciborio di Sant’Ambrogio, nell’omonima basilica, è realizzato in stucco, una tecnica amata nel periodo alto medievale di cui, però non si sono conservate molte tracce. La basilica di Sant’Ambrogio era annessa alla residenza imperiale e godeva, quindi, di una posizione privilegiata. Il ciborio si inserisce nel progetto di rinnovamento della basilica perché si tratta di una trasformazione di un oggetto di epoca paleocristiana. Il ciborio è posizionato sull’altare maggiore, l’Altare di Vuolvinio.
Lo stucco era, inizialmente, policromo. Presenta una base quadrata e quattro arcate. Sul lato frontale del ciborio è raffigurata una scena di Traditio legis, incorniciata da fasce decorative e fitomorfe. Sul retro del ciborio è rappresentata l’elezione di Ambrogio a vescovo di Milano. Dio avvalla l’elezione e, ai lati di Sant’Ambrogio, vi sono i santi Gervasio e Protasio che introducono due persone che rendono omaggio al nuovo vescovo. Le altre due arcate del ciborio presentano da un lato la Vergine e due donne offerenti, dall’altro lato un vescovo con due personaggi maschili. Le maestranze che hanno realizzato l’opera sono milanesi e denotano un certo legame con la plasticità eburnea.

LA CATTEDRALE ROMANICA

Tutta l’area lombarda, in questa fase, è attiva artisticamente. I vescovi sono importanti committenti e, tra loro, spicca la figura di Ariberto da Intimiano, vescovo di Milano dal 1018 al 1045. Attorno al 1007 Ariberto, allora diacono, fa costruire il complesso architettonico di San Vincenzo a Galliano. Il complesso comprende una chiesa con annesso battistero. La chiesa presenta una unica navata che termina con un’abside, un presbiterio sopraelevato e sotto, una cripta per la conservazione delle reliquie. Ariberto ne promosse anche la decorazione. Oggi resta l’affresco dell’abside. Nel centro dell’affresco è rappresentato Cristo entro mandorla, affiancato da santi e laici. Ai piedi di Cristo sono rappresentati Geremia e Ezechiele. Ai lati della mandorla ci sono gli arcangeli Gabriele e Michele.

Romanico e gotico: riassunto

CHIESE ROMANICHE IN ITALIA

Negli spazi tra le finestre sono raffigurati episodi della vita di San Vincenzo di cui si conservano le reliquie nella chiesa. Particolari sono gli affreschi che raffigurano il profeta Geremia che si inchina e il committente, Ariberto da Intimiano, che offre il modellino della chiesa a Cristo. Questo ciclo di decorazioni si caratterizza per una visione teofanica che esalta la regalità di Cristo giudice. Sono evidenti gli influssi bizantini e delle miniature di epoca carolingia a ottoniana con la continua ricerca del movimento e del senso di drammaticità.
A lato della chiesa sorge il Battistero. La struttura ha pianta quadriconca (pianta centrale quadrata e, su ogni lato, quattro nicchie) con atrio, dimensioni monumentali e si può considerare come anticipatrice dello stile architettonico romanico.  Il battistero presenta una galleria al primo piano da cui è possibile affacciarsi nel vano centrale cupolato.
A Milano, Ariberto, si fa promotore di varie iniziative.