Caratteri del romanico

Appunto inviato da beatricemarciani92
/5

Conclusione dell'arte ottoniana e caratteri del romanico italiano (3 pagine formato docx)

Il Ciborio di Sant’Ambrogio, nell’omonima basilica, è realizzato in stucco, una tecnica amata nel periodo alto medievale di cui, però non si sono conservate molte tracce.
La basilica di Sant’Ambrogio era annessa alla residenza imperiale e godeva, quindi, di una posizione privilegiata.


Il ciborio si inserisce nel progetto di rinnovamento della basilica perché si tratta di una trasformazione di un oggetto di epoca paleocristiana. Il ciborio è posizionato sull’altare maggiore, l’Altare di Vuolvinio.
Lo stucco era, inizialmente, policromo. Presenta una base quadrata e quattro arcate. Sul lato frontale del ciborio è raffigurata una scena di Traditio legis, incorniciata da fasce decorative e fitomorfe.

Sul retro del ciborio è rappresentata l’elezione di Ambrogio a vescovo di Milano. Dio avvalla l’elezione e, ai lati di Sant’Ambrogio, vi sono i santi Gervasio e Protasio che introducono due persone che rendono omaggio al nuovo vescovo. Le altre due arcate del ciborio presentano da un lato la Vergine e due donne offerenti, dall’altro lato un vescovo con due personaggi maschili. Le maestranze che hanno realizzato l’opera sono milanesi e denotano un certo legame con la plasticità eburnea.