La bella maniera. Artisti del Cinquecento tra regola e licenza

Appunto inviato da flowers84
/5

Riassunto del libro scritto da Pinelli. (29 pagine formato doc)

Premessa.
Diffidenza nei confronti di etichette troppo rigidamente astratte e costrittive rispetto alla variegata realtà artistica, ma inevitabilità di servirsi di certe formule astratte

STORIA DELL'ARTE DEL 500 (Clicca qui >>)


È necessario rendere queste inevitabili astrazioni riassuntive il più possibile aderenti alla varietà del reale, ad esempio coniando nuove etichette e sottocategorie meno onnicomprensive, e per ciò stesso, meno imprecise e generiche, più calzanti

STORIA DELL'ARTE MODERNA: DAL 500 AL 700 (Clicca qui >>)


Parte prima.
La stagione dello sperimentalismo e della disarmonia.
Vasari e il Pontormo.
Lo straordinario ritratto letterario di Pontormo delineato da Vasari sottolinea la febbrile e insaziabile irrequietezza sperimentale dalla quale il grande maestro gli sembrava come pervaso

L'ARTE NEL PIMO 500 (Clicca qui >>)


Del resto, la stupefacente sequenza di opere di Pontormo, così ricca di scarti, ripensamenti, deviazioni, impennate, conferma questo tratto peculiare dell’artista; l’altra nota dominante di quel suo temperamento è l’ombrosa, nevrotica introversione, uno stile di vita solitario.