Ellenismo e Koinè: architettura e scultura

Appunto inviato da camy1998
/5

Ellenismo e Koinè: architettura e scultura (4 pagine formato doc)

Ellenismo e Koinè: architettura e scultura - Ellenismo:
-Con le sue conquiste in Africa settentrionale e in Oriente Alessandro Magno aveva creato un grosso impero che si separò alla sua morte, dando vita ai regni ellenistici.
Ellenizzazione, cioè i territori conquistati ricevevano la cultura dei vinti e i vinti ereditava valori dai conquistati. 
-Con questo si creò la koinè, cioè l'unione delle culture un nuovo linguaggio artistico comune.
-Al tempo della libertà delle poleis un monumento glorificava l'intera città, ora i committenti erano ricchi signori e quindi si celebrava il singolo.
-Cosmopolitismo, lo effettua chi allarga i suoi orizzonti oltre i paesi natii
-Architettura, forme fastose e grandi spazi.
-Si fa sempre meno ricorso all'ordine dorico, ma viene usato sempre più spesso l'ordine ionico e soprattutto corinzio.

Leggi anche La filosofia ellenistica
- Pergamo, sulle coste dell'Asia Minore era uno dei centri più ricchi tra cultura e arte ellenistiche. A Pergamo tra il 166 a.c.
venne edificato L'altare di Zeus e Athena. L'opera fu voluta dal re Eumene II dopo un lungo periodo di guerra contro i galati, cioè i galli. 

Leggi anche Contesto storico dell'Ellenismo

L'altare era costruito sui terrazzamenti dell'acropoli. Esso ha una forma quadrangolare e un lato è occupato per la maggior parte da una grande scalinata, inserita in uno zoccolo. L parte superiore è costituita da un duplice porticato con colonne di ordine ionico, il primo segue il perimetro della piattaforma, il secondo l'interno. Lungo le colonne del porticato interno è presente un fregio con le storie di Telefo. Invece sullo zoccolo e ai bordi della scalinata è presente un grande fregio raffigurante la gigantomachia.

Leggi anche La cultura greca nell'età ellenistica