Riassunto di storia dell'arte contemporanea

Appunto inviato da barbaramele87
/5

Le principali correnti e movimenti dell'arte del XX secolo con riferimenti alle opere più importanti. Riassunto sull'arte contemporane e le tecniche (25 pagine formato pdf)

RIASSUNTO DI STORIA DELL'ARTE CONTEMPORANEA

Arte contemporanea: è generalmente l’arte creata nel presente, e include tutta l’arte che va dalla fine degli anni 60 ad oggi, ovvero dalla fine dell’arte moderna.

Il modernismo è arrivato alla sua fine con la realizzazione delle scatole brillo di Andy Warhol.
Realismo: corrente artistica sviluppatasi in Francia nel primi decenni dell’800, intorno al 1840.
Movimento pittorico e letterario che trova le sue radici nel positivismo, un pensiero filosofico che studia la realtà in modo scientifico. La sua diffusione in Europa è rapida, l’intendo di questa corrente era quello di cogliere la realtà sociale. Si voleva rappresentare una realtà cruda e nuda con meno allegorie e più attenzione verso i dati di fatto.

Arte contemporanea: riassunto

L'ARTE CONTEMPORANEA IN BREVE

Impressionismo: movimento artistico (in special modo pittorico) nato in Francia nella seconda metà dell’800 e durato fino ai primi anni del 900. Esperienze fondamentali per la nascita dell’impressionismo furono quelle avute con il Romanticismo e il Realismo, che avevano rotto con la tradizione introducendo importanti novità: la negazione dell’importanza del soggetto, che portava sullo stesso piano il genere storico, quello religioso e quello profano, la riscoperta della pittura di paesaggio, il mito dell’artista ribelle alle convenzioni, la prevalenza della soggettività dell’artista, l’interesse rivolto al colore piuttosto che al disegno, la prevalenza della soggettività dell’artista, delle sue emozioni che non vanno nascoste e camuffate, rapidi colpi di pistola creando un alternarsi di superfici uniformi e irregolari, divenne il punto di partenza per le ricerche successive degli impressionisti. Ci fu poi un interesse per l’arte esotica, in particolare quella giapponese.

Storia dell'arte contemporanea: dispense

ARTE CONTEMPORANEA E TECNICHE RIASSUNTO

La teoria impressionista suggeriva di accostare i colori senza mescolarli, in modo tale da ottenere non superfici uniformi ma vibranti e vive. Gli impressionisti dipingevano all’aperto, con una tecnica rapida che permetteva di completare l’opera in poche ore. Essi volevano riprodurre sulla tela la sensazioni e le percezioni visive che il paesaggio comunicava loro nelle varie ore del giorno e in particolari condizioni di luce, lo studio dal vero del cielo, dell’atmosfera, dell’acqua eliminò il lavoro al chiuso, in atelier, lo studio nel quale venivano completati i quadri più grandi o eseguiti ritratti.. molti ritratti erano però anche realizzati all’aperto. Lo sfondo, il paesaggio, non è qualcosa di aggiunto, ma avvolge le figure. Oggetti e persone sono trattati con la stessa pennellata ampia e decisa. Le caratteristiche della pittura impressionista erano i contrasti di luci e ombre, i colori forti, vividi, che avrebbero fissato sulla tela le sensazioni del pittore di fronte alla natura. Il colore stesso era usato in modo rivoluzionario: i toni chiari contrastano con le ombre complementari, gli alberi prendono tinte insolite come l’azzurro, invece il nero viene quasi escluso, preferendo le sfumature del blu più scuro o del marrone.

Storia dell'arte contemporanea: riassunto dei periodi più importanti