Theodore Gericault

Appunto inviato da simpleplanlalla
/5

Vita e letture dell'opera di Theodore Gericault (4 pagine formato doc)

Théodore Géricault é uno dei tre grandi rappresentanti del Romanticismo Francese.
“La zattera della medusa” é uno dei dipinti più importanti. Va al di là della pittura romantica perché comincia ad eseguire dei dipinti caratterizzati da un estremo senso realistico. Nasce nel 1791 a Rouen e muore a Parigi nel 1824.


Nel 1836 arriva in Italia, conosce delle culture nuove. E' un uomo capace di cambiare tecnica artistica, può utilizzare una pittura con caratteri tipici della pittura antica oppure può rappresentare le immagini utilizzando una pittura più rarefatta nell'uso dei colori anche se sempre di grande


 efficacia.
Non abbiamo più dei contorni precisi, dei paesaggi o le linee non sono così definite, ma, abbiamo un tratto molto efficace ma con una pittura maggiormente sfaldata. Pittore che evolve i suoi interessi e anche il modo di dipingere.

“Géricault trasferisce il suo interesse dal dramma collettivo a quello individuale, in rapporto con la società contemporanea che era reazionaria e oppressiva. Nasce così, poco prima della morte, avvenuta in età giovanile (trentatrè anni) “La Serie dei Pazzi”; il pittore rende attraverso la profondità espressiva degli occhi e il movimento dei piani facciali e il rapporto cromatico, il dolore interiore, la sofferenza di chi guarda un mondo che non comprende, emarginato, estromesso dalla società. Pazzia e genio nella poetica romantica si identificano: l'una e l'altro conducono alla sofferenza, scotto che deve essere pagato alla società borghese.”