Analisi dell'opera Le bianche scogliere di Rugen

Appunto inviato da flacc
/5

breve descrizione dei caratteri di questo noto artista e analisi della sua opera "Le bianche scogliere di Rugen" del 1818 (2 pagine formato doc)

Analisi dell'opera Le bianche scogliere di Rugen.

Il luogo esatto rappresentato non è mai stato identificato, e forse lo strapiombo sulle rocce abbaglianti è frutto della fantasia visionaria e romantica dellÂÂ’artista, ma sembra certo che gli spunti provengano dalla pittoresca località di Stubbenkammer, a nord-est dellÂÂ’isola, dove i gessi ricoperti di faggete sÂÂ’innalzano fino a 162 metri.

Leggi anche Lettura dell'opera Viandante sul mare di nebbia di Friedrich

La scena è inquadrata da una quinta di altissime e aguzze rocce bianche inondate dal sole, a picco sul mare. Un vertiginoso burrone è incorniciato da faggi in controluce, che con le loro fronde coprono la parte superiore del cielo luminoso.
Nella zona in ombra alla base della tela una donna vestita di rosso, seduta sul prato al bordo del precipizio, aggrappata ad un arbusto, guarda verso il basso e indica qualcosa. Accanto a lei, carponi sul ciglio dello strapiombo, un gentiluomo fruga tra lÂÂ’erba come se avesse smarrito qualcosa: il suo bastone è abbandonato in terra e il suo cappello è rotolato poco oltre. Un secondo uomo, in piedi, si trova allÂÂ’estremità destra della scena: appoggiato ad un tronco spezzato con le braccia conserte, sembra distaccato e assente, assorto in lontani pensieri.

Leggi anche Vita e opere di Friedrich

Guarda diritto davanti a sé senza esitazioni. Le figure sono poco più che sagome in controluce, marginali rispetto alla vastità dellÂÂ’orizzonte marino e alla bellezza della natura incontaminata.