Gustave Courbet: biografia e opere

Appunto inviato da simpleplanlalla
/5

Biografia e descrizione di alcune opere di Gustave Courbet (8 pagine formato doc)

GUSTAVE COURBET BIOGRAFIA

Gustave Courbet. Jean Désiré Gustave Courbet nasce a Ornans nel 1819 e muore nel 1887.

E' un pittore francese. Courbet é un vero e proprio pittore del realismo. Si forma nell'ambiente parigino ma ha un modo di affrontare la realtà molto diverso confronto a Millet. Millet aveva basato la sua ricerca su figure di contadini, l'uomo e la natura visti sulla falsa riga del sentimento, mentre Courbet guarda la realtà proprio per quella che é.
Courbet ha una preparazione di ambito accademico. Courbet é un pittore che frequenta i circoli culturali legati al socialismo. Egli usa la fotografia per le luci e le ombre. Courbet é importante perché rappresenta una cesura tra quelle che sono le forme del realismo legate al sentimento e quello che é l'intento di portare la realtà per quella che é in pittura.

Gustave Courbet e realismo: riassunto

GUSTAVE COURBET BIOGRAFIA BREVE

Courbet studia i realisti del Seicento, da Caravaggio a Velazques, da Zurbaran a Rembrand e studia i veneziani del Cinquecento. Si pone, dopo un inizio Romantico in polemica con il Romanticismo, ma soprattutto con la cultura ufficiale dell'impero di Napoleone III, con la borghesia capitalista che sostiene l'impero e perciò con l'Accademia di Belle Arti. Il realismo di Courbet é, ancora prima che uno stile, un costume morale, politico, umano. Egli ha sempre negato il valore della scuola che reprime la libertà. Egli scrive in un articolo “Non ci possono essere scuole, ci sono solo pittori”. Nel suo atelier non ci sono discepoli ma collaboratori che imparano tutti i giorni il mestiere come nelle botteghe del Rinascimento.

GUSTAVE COURBET OPERE

Courbet rifiuta la Legion d'Onore (la più alta onoreficienza di Francia) perché gli sarebbe stata attribuita da un ministro dell'imperatore. Egli é un esempio di coerenza morale per tutta la vita infatti avrà una posizione politica contraria all'Impero. E' però contrario alla violenza quindi non partecipa agli eventi del '48. Nel '70 si esalta per la proclamazione della “Comune” di Parigi (quasi rispettivo della Rivoluzione Francese) che però viene repressa dal nuovo Governo Repubblicano, il 28 maggio 1871. Courbet viene condannato a 6 mesi di carcere perché la Comune di Parigi aveva fatto abbattere la colonna di Piazza. Viene costretto dal governo a ricosturire la colonna a sue spese, anche se lui non era colpevole di questo atto. Sfugge in Svizzera e morirà.

GUSTAVE COURBET OPERE: RAGAZZE IN RIVA ALLA SENNA

GUSTAVE COURBET – RAGAZZE IN RIVA ALLA SENNA 1857 – Olio su tela, 174x200 cm – Musée du Petit Palais, Paris. Dipinto risultato scandaloso anche per i sostenitori di Courbet, alcuni dicevano che con questo dipinto lui aveva perduto la strada. E' un dipinto in cui due figure femminili sono sdraiate dopo probabilmente una passeggiata pomeridiana in riva alla Senna. Atteggiamento pigro e scomposto, ragazze vestite con abiti moderni del tempo, non si curano minimamente del loro atteggiamento, non si curano di alcuna regola di comportamento (che era molto importante per l'epoca). Una signorina per bene non avrebbe potuto comportarsi in questo modo. Courbet non idealizza niente, lascia che sia la realtà a parlare. E' come se un atteggiamento giornalistico moderno (dei nostri giorni) fosse stato trasportato in pittura, cioè l'idea che la realtà parli da sola. Sceglie di comporre il tutto in un determinato modo: con questa massa che formano questi due corpi, una macchia centrale del dipinto, dove sovrastante é il colore bianco con diverse velature estremamente luminose. Abbiamo un senso di calore che ci viene da questa macchia di colori diversi, da come lui descrive questi corpi. Sono corpi che ci danno senso del tepore, del calore. C'é una forte sensualità, pur avendo un atteggiamento scomposto, c'é la sensualità che deriva dall'abbandono del corpo. Per questo il dipinto é risultato scandaloso.