Astrattismo e avanguardie russe

Appunto inviato da theberretta
/5

Appunti di storia dell'arte sull'astrattismo e le neoavanguardie (2 pagine formato docx)

Nel 1910 il russo Vasilij Kandinskij esegue il primo acquarello astratto.
Nel 1911, assieme a Franz Marc, Kandinskij fonda a Monaco il gruppo del Cavaliere Azzurro partendo dall’esperienza espressionista (colore mezzo espressivo principale).


Astrattismo in Olanda dal 1917: Neoplasticismo Il movimento nasce attorno alla rivista Lo stile ad opera di Piet Mondrian e Teo van Doesburg. Mondrian esegue dipinti fatti di linee nere ortogonali e campi di colore.
Totale semplificazione di forma e colore, essenzialità. Si definisce astratta o non figurativa quell’arte che non riproduce o rappresenta immagini riconoscibili ma ne fa astrazione giungendo alla forma pura. L’artista parte quindi dalla realtà astraendone la forma oppure da immagini mentali. La mancanza di soggetti definibili non significa assenza di significato, abbiamo colori, linee e forme che consentono di esprimere le emozioni. Il distacco dalla figurazione pittorica.


Vasilij Kandinskij Per lui il colore è l’elemento essenziale per esprimere il proprio stato d’animo; scrive Lo spirituale nell’arte e paragona l’artista al musicista. Altro componente del gruppo tedesco è Paul Klee. Egli è il fautore dell’arte astratta e lo rivela lui stesso in un dichiarazione.