La cappella Palatina

Appunto inviato da chen1
/5

Descrizione della Cappella Palatina.(1 pagina, formato word) (0 pagine formato doc)

CAPPELLA PALATINA CAPPELLA PALATINA ORIGINI E MATERIALI Architetto: Eude di Metz 790 - 805 d.c.
Aquisgrana Pietra Arco e cupola \ 7- Committente: L'imperatore ottaviano Carlo Magno Destinazione funzionale: durante il suo impero Carlo Magno diede il via Alla rinascita anche culturale dell'Europa DESCRIZIONE TIPOLOGICA La pianta della cappella Palatina consiste praticamente in un cerchio cl quale si accede attraverso un presbiterio rettangolare. Al centro della circonferenza principale vi sono otto pilastri che in altezza delimitano gli spazi delle ampie nicchie riservate alle persone più importanti che facevano visita alla cappella. Dalla parte opposta all'entrata vi è un piccolo abside.
I muri della cappella sono lisci e poco decorati e non presentano alcun mosaico. DESCRIZIONE FORMALE la volumetria è paratattica e presenta generalmente una simmetria radiale. la pianta è centrale La facciata principale è semplice ,simmetrica verticalmente e prevalgono i vuoti. Le superfici dei muri sono piuttosto appiattite e lisce, come tutte le superfici della cappella. Gli stilemi sono quelli della rinascenza Carolingia e Ottaviana. L'alzato interno è complesso e presenta otto nicchie disposte in cerchio al centro della stanza principale, vi è un abside non molto alto dall'altra parte dell'entrata. Il colore è marrone chiaro, grigio o giallo a seconda dei punti. CONSIDERAZIONI SINTETICHE Quest'opera, assieme a poche altre, rappresenta la rinascenza Carolingia e Ottaviana sotto Carlo Magno. L'opera in questione presenta una pianto quasi del tutto uguale alla basilica di San Vitale a Ravenna. \