Chiesa di San Sebastiano a Mantova: descrizione

Appunto inviato da slvcrstn88
/5

Descrizione della Chiesa di San Sebastiano di Mantova: pianta, facciata e interno della chiesa progettata da Leon Battista Alberti (1 pagine formato doc)

CHIESA DI SAN SEBASTIANO MANTOVA: DESCRIZIONE

Chiesa di San Sebastiano.

Edificata tra il 1460 e il 1470 fu progettata da Leon Battista Alberti ed i lavori furono condotti da Fancelli, essa è situata  a Mantova.

CHIESA DI SAN SEBASTIANO MANTOVA: PIANTA

La pianta è a croce greca ed ha una struttura centrale preceduta all'ingresso da un pronao. I bracci della croce sono coperti da volte a botte per contrastare la spinta del corpo centrale dove la cupola èsostituita da una volta a crociera.

La chiesa è raggiungibile da due scalinate laterali che terminano con gli ingressi alla chiesa. Ci sono cinque aperture: le tre centrali sono architravate mentre le aperture collocate all'estremità sono archivoltate. Sopra l'apertura centrale troviamo un arco cieco a tutto sesto che riporta delle iscrizioni. Sovrasta la costruzione il timpano la cui trabeazione è spezzata al centro da una finestra.

Chiesa di Sant'Andrea a Mantova: descrizione

CHIESA DI SAN SEBASTIANO MANTOVA ARCHITETTURA FACCIATA

E`possibile suddividere la facciata in due fascie orizzontali: quella superiore dove c'è prevalenza di "pieni"(ovvero prevale l'assenza di finestre, oculi, rosoni....), e quella inferiore con prevalenza di vuoti poichè abbiamo la presenza di svariate aperture e dove sono presenti anche le due scalinate laterali.
Costituito da un'unica navata, l'interno ricorda le pianta della basilica romana poichè si sviluppa su un unico piano ed ha un'importante apertura centrale che illumina l'intera navata guidando lo sguardo del fedele sino all'abside. Questa chiesa rappresenta lo stile dell'Alberti e la sua semplicità che influenzerà gli stili architettonici successivi.