Delacroix, Goya, Gericault, Friedrich

Appunto inviato da piribillo
/5

Introduzione allo studio di alcuni artisti del romanticismo francese e rispettive opere: Gericault (la zattera della medusa, alienato con monomania del comando militare), Delacroix (la libertà guida il popolo, le donne di algeri), Goya (la famiglia reale di Carlo IV, 3 maggio 1808), Caspar Friedrich (viandante sul mare di nebbia) (4 pagine formato doc)

ROMANTICISMO

Il romanticismo si diffonde tra la fine del ‘700 e la prima metà dell'800 e assume caratteri molto diversi in relazione ai contesti in cui nasce e si sviluppa.

Romanticismo francese:

THEODORE GERICAULT

Figlio di un avvocato, nasce a Rouen nel 1791.
Trasferitosi a Parigi con la famiglia, studiò al Lycee Imperial. Abbandonati gli studi, fu allievo di Guerin, un pittore neoclassico e conobbe anche Delacroix.

Divenuto pittore indipendente nel 1816 si presenta al concorso Prix de Rome, ma non vinse. Fece un viaggio di studio a Roma dove conduce una vita irrequieta e bohemien.
La sua poetica si trova tra neoclassicismo e romanticismo con però una maggiore propensione alla sensibilità romantica.

Morì nel 1824.

LA ZATTERA DELLA MEDUSA (1819, olio su tela, Louvre)

Un dipinto molto grande di 5x7 m il cui soggetto è tratto da un fatto di cronaca ( tipico del romanticismo rappresentare eventi storici, Gericault sceglie un evento contemporaneo, la gente sarà sconvolta quando verrà esposto al Salon nel 1819). Mostra i pochi scampati al naufragio della nave francese Medusa, inabissatasi al largo delle coste africane nel 1816, nel momento in cui avvistano in lontananza la nave che li porterà in salvo. Questa zattera è rimasta abbandonata in mezzo al mare dal momento che si era allontanata dalle scialuppe dove c'erano i nobili e i ricchi. È una denuncia ai nobili. Si salvano solo in 15-16 su 150 e per sopravvivere si mangiano.

Le funi che tengono l'albero che sorregge una vela, disegnano una sorta di piramide.

La stessa figura geometrica è determinata dagli uomini legati fra loro dalle braccia che si toccano, si sfiorano o sorreggono, e culmina con il personaggio che sventola un panno bianco e rosso.