Edgar Degas, La prova

Appunto inviato da dot
/5

Analisi dell'opera di Degas "la prova".(3 pagg., formato word) (0 pagine formato doc)

Edgard Degas nacque a Parigi nel 1834 Cenni della vita e caratteristiche generali dell'autore Edgard Degas nacque a Parigi nel 1834.
Il padre, banchiere amante dell'arte e della musica, gli permise di seguire la propria inclinazione e di abbandonare a 18 anni gli studi giuridici per dedicarsi al disegno. Grande ammiratore di Ingres, fino al 1859, oltre a copiare capolavori del Louvre, fece numerosi viaggi in Italia, in particolare a Firenze e a Napoli. Tornato a Parigi, cominciò a frequentare i circoli dei caffè come il Cafè Guerbois. Fu l'influsso di Manet, incontrato nel 1862, a spingerlo ad aderire, per sommi capi, al movimento impressionista partecipando, tra il 1874 e il 1886, a tutte le mostre, esclusa quella del 1882. Dal 1898, a causa di gravi problemi alla vista, smise quasi di dipingere, e si dedicò alla scultura.
Morì nel 1917. Tra gli artisti del gruppo rimane il più lontano dal impressionismo vero e proprio per alcuni motivi. Innanzi tutto dal punto di vista tecnico. Mentre gli Impressionisti utilizzano, per delineare gli oggetti, pennellate di colori giustapposti spesso senza neanche uno schizzo preparatorio, Degas insiste sull'importanza della chiara definizione delle forme, attraverso la linea. Anche se dicendo:> vuol significare che il disegno serve all'artista per dare la sua interpretazione esclusiva della realtà, esclusiva per il principio di diversità degli individui. E ancora, gli Impressionisti ritraggono la natura libera dipingendo en plein-air. Degas rappresenta la vita cittadina e il suo lavoro si svolge particolarmente in studio. Cerca di cogliere i principali aspetti della realtà quotidiana del suo tempo. I suoi soggetti principali sono i ritratti, i cavalli all'ippodromo, le ballerine e il mondo del teatro, le modiste, le stiratrici, l'ambiente dei caffè-concerto, le prostitute e ogni tipo di figura femminile colta in atteggiamenti naturali, immediati. Nonostante le differenze Degas può, però, essere considerato uno dei maestri indiscussi dell'Impressionismo. Rende, infatti, la realtà che lo circonda nella sua globalità spaziale e temporale, ossia facendone intuire la continuità e la perenne transitorietà. Anch'egli, inoltre, rappresenta la vita che lo circonda non mediante la descrizione minuziosa e pedante, ma attraverso l'impressione. Egli però ritiene che l'impressione autentica sia data solamente dalla memoria. Afferma egli stesso: . La sua ottica impressionista si afferma, ancora, nell'incessante sforzo di fissare il movimento nell'istantaneità del suo verificarsi. Per giungere alla sintesi di movimento e spazio, egli si avvale delle più svariate combinazioni prospettiche e di insoliti effetti di fuga. Analisi del quadro “La prova” Uno dei quadri che, secondo me, più riflettono i caratteri principali dell'opera di Degas è “La prova”. Olio su tela, dalle dimensioni di 68x103 cm, dipinto nel 1877 e conservato nell'Art Gallery di Glasgow. In quest'opera l'artista vuole analizzare in partico