Formella di Brunelleschi, il Sacrificio di Isacco: descrizione

Appunto inviato da chen1
/5

Descrizione della Formella, Sacrificio di Isacco, realizzata da Filippo Brunelleschi per il concorso del 1401 per la porta nord del Battistero di Firenze (1 pagine formato doc)

FORMELLA DI BRUNELLESCHI: SACRIFICIO DI ISACCO

Formella di Filippo Brunelleschi
•    ORIGINI E MATERIALI
1-    Filippo Brunelleschi
2-    1401
3-    Collocazione attuale: Firenze, museo dazionale del Bargello
4-    Legno inciso
5-    45 X 38.

FORMELLA DI BRUNELLESCHI.
PORTA NORD DEL BATTISTERO DI FIRENZE

•    DESCRIZIONE ICONOGRAFICA
1-    Al centro della composizione vi è Abramo, che porta dinamicamente il coltello alla gola del figlio Isacco che piega il busto per sfuggire alla morte, in un’espressione corporea di terrore.
Interviene a fermare l’uccisione l’angelo che prende la mano di Abramo e la ferma.
In basso a sinistra e a destra vi sono i due servitori che, come l’asino, non prendono parte alla scena principale e quasi trasbordano dalla cornice della formella.

Filippo Brunelleschi: opere

FORMELLA DI BRUNELLESCHI: RIASSUNTO

A sinistra di Isacco vi è il capro, con la testa reclinata all’indietro e il corpo rivolto verso la scena narrata.
•    DESCRIZIONE FORMALE
1-    La composizione è sintattica.
2-    La struttura compositiva è radiale e al centro troviamo Abramo e Isacco.
3-    La profondità è resa dalla sovrapposizione delle figure e dall’illusione delle rocce più lontane.
4-    Le superfici sono levigate, nelle rocce sono frastagliate.
5-    Il modellato e il chiariscuro sono marcati.
6-    La linea è principalmente curva e dinamica, negli atti drammatici delle figure umane.
7-    Le figure umane, il capro, l’asino e l’angelo sono dorate, le rocce sono grigie scure e lo sfondo è bianco.
•    CONSIDERAZIONI SINTETICHE
1-    Rispetto alla formella del Ghiberti le figure sono molto più drammatiche e le loro posture sono molto più dinamiche.

.