Frank Lloyd Wright

Appunto inviato da signo983
/5

Un grande testimone dell’America contemporanea che ha indicato la via più stimolante alla ricerca architettonica del nostro tempo. Ricerca approfondita (file.doc, 13 pag) (0 pagine formato doc)

Frank Lloyd Wright Frank Lloyd Wright Un grande testimone dell'America contemporanea che ha indicato la via più stimolante alla ricerca architettonica del nostro tempo di BONATO ALESSANDRO cl.
5^ sez. Cg Kaufman House a Bear Run, Pennsylvania Nel 1936 l'architetto americano Frank Lloyd Wright progettò Casa Kaufman a Bear Run, in Pennsylvania. Questa foto mostra la parte della costruzione che si estende al di sopra di una cascata naturale: una soluzione che rispecchia la concezione di Wright secondo la quale lo spazio abitativo si deve integrare nell'ambiente naturale che lo circonda. Frank Lloyd Wright nacque negli Stati Uniti d'America nel 1869 (Richland 1869-Phoenix 1959) da William Russel CaryWright, pastore della chiesa unitaria e musicista, e da Anna Lloyd Jones, donna molto energica, che aveva deciso di fare del proprio figlio un architetto.
I doni froebeliani Nel 1876, ricorrendo il centenario della dichiarazione d'indipendenza i genitori di Frank da Boston si spinsero a visitare, a Philadelphia, nel Fairmount Park, la grande esposizione del Centennial.Fu qui che la madre scoprì l'idea rivoluzionaria sperimentata da Froebel e dai suoi colleghi :”Un padiglione della mostra era dedicato al giardino d'infanzia froebeliano .Mia madre trovò i Doni.Collegato a questi doni era il sistema, inteso come base per il disegno, e la geometria elementare che sottendono ogni nascita naturale della Forma”. I Doni erano: “Strisce di carta colorata, lucida e opaca, dai colori teneri e brillanti.Attraenti combinazioni a scacchiera di colori… Blocchetti da costruzioni in acero, dalle forme lisce e definite, il cui significato non abbandonerà più le dita :così la forma diventa sensazione…lisce forme triangolari, con il dorso e gli spigoli bianchi disposte a romboidi, onde creare composizioni sulla superficie piana del tavolo. Quali forme creavano da se stesse solo a lasciarle in libertà” (A testament). Così nella formazione di Wright l'esperienza empirica, la conoscenza diretta dei materiali, delle forme elementari e delle loro leggi combinatorie sostituivano la conoscenza storica indiretta e mediata.Il gioco inavvertitamente si tramutava in fondate esperienze: ”I lisci triangoli di cartone e i blocchetti d'acero erano importantissimi.Me li sento ancora oggi sotto le dita”. Ai giochi froebeliani si può far risalire anche l'interesse di Wright, se non addirittura l'entusiasmo, ad un sistema di valori simbolici,presente in tutta l'opera del maestro, che gli sembravano assumere le forme fondamentali: ”Nel loro schema geometrico il quadrato significava purezza, il cerchio l'infinito, il triangolo l'aspirazione; ed erano tutte cose con le quali “disegnare” nuove forme significative.Nella terza dimensione i blocchetti levigati d'acero diventavano il cubo, la sfera il tetraedro; miei, tutti,per giocare”. Tempo dopo Wright s'iscrisse alla facoltà d'ingegneria civile a Madison, Wisconsin. Dopo du