Gotico internazionale: definizione e artisti

Appunto inviato da grano
/5

Gotico internazionale in Italia: definizione, artisti, arco cronologico e peculiarità (1 pagine formato doc)

GOTICO INTERNAZIONALE: DEFINIZIONE E ARTISTI

Ricercare parallelismi ed affinità tra immagine figurativa, letteratura, musica nel periodo del gotico internazionale.


Con l’espressione di “ gotico internazionale “ si abbraccia un arco di tempo che va dal XIV fino alla prima metà del XV secolo e si designa una fase relativamente tarda dell’arte gotica. L’aggettivo “ internazionale “ allude al fatto che questa corrente artistica non è radicata in un solo paese oppure in una specifica tradizione ma è caratterizzata da una vasta e capillare diffusione in tutta Europa.
Come spesso avviene, le diverse rappresentazioni e modi di concepire l’arte dei vari periodi storici presentano collegamenti ed analogie con le altre forme culturali come la letteratura e la musica. Una delle caratteristiche peculiari del gotico internazionale, dal punto di vista architettonico, come del resto anche del gotico duecentesco, è l’accentuato verticalismo, l’agilità e l’evidente “ leggerezza “ degli edifici nella maggior parte dei casi di carattere strettamente religioso.

Tesina sul gotico internazionale in Italia


GOTICO INTERNAZIONALE IN ITALIA

Tali proprietà dimostrano il desiderio del fedele di una nuova religiosità, di evadere dalle cose materiali e dal mondo alla ricerca di una fede più interiorizzata, indagando il divino. Questo desiderio si riscontra in alcune delle opere di uno dei più grandi poeti di tutti i tempi: Francesco Petrarca che, oltre a vivere nel periodo in cui il gotico internazionale si diffonde, percepisce proprio la necessità di uscire dalla quotidianità e di raggiungere la divinità mediante il disprezzo dei beni terreni.
Tralasciando per il momento l’architettura, l’arte figurativa e scultorea appartenenti al gotico internazionale presentano caratteri di forte laicità e d’evasione dalla realtà. La pittura e la scultura dunque, diversamente dalle cattedrali gotiche, non mirano più al rapporto diretto con Dio ma all’evasione verso un fascinoso mondo di fiaba, popolato da raffinatissime donne, valorosi guerrieri, splendidi giardini, uomini a cavallo i quali costituiscono gli elementi essenziali anche del romanzo cavalleresco del duecento.

Gotico internazionale in Italia: definizione e caratteristiche


GOTICO INTERNAZIONALE: ARTISTI

Gli artisti del tempo sintetizzano nelle loro opere una continua ricerca del bello, del lusso esteriore e dell’eleganza. Spesso ci si trova di fronte ad un mondo idillico in cui i santi diventano figure principesche e le scene religiose pretesti per rappresentazioni profane di cortei cavallereschi o di tornei.
Antonio Pisano, meglio conosciuto con il soprannome di “ Pisanello “, con l’affresco intitolato “ San Giorgio e la principessa ”, assieme a Gentile Da Fabriano, si dimostra uno dei massimi esponenti italiani del gotico internazionale. Le immagini belle, aristocratiche delle produzioni pittoriche del tempo paiono voler esorcizzare le difficoltà della vita dell’epoca segnata da guerre, roghi, pestilenze e fame, rispecchiando lo stile di vita e il gusto sfarzoso della ricca aristocrazia delle corti.

Gotico internazionale in Italia: riassunto