Impressionismo e Art Nouveau

Appunto inviato da steppy81
/5

Appunti di storia dell'arte dagli artisti dell'Impressionismo (Cezanne, Van Gogh) all'art Nouveau (Klimt), i Fauves (Matisse, Munch), il cubismo (Picasso) fino all'esperienza tedesca del Bauhaus (5 pagine formato doc)

IMPRESSIONISMO E ART NOUVEAU

Cezanne. Il successo arrivò tardi per Paul Cezanne, soltanto nel 1900, ma Cezanne non fu mai indigente come lo furono i suoi amici impressionisti.

Vincendo le opposizioni del padre passò alcuni anni a Parigi per dedicarsi alla pittura: per tutta la vita cercò poi di fare accettare le sue opere al Saloon ufficiale ricevendo solo rifiuti. Dall’impressionismo Cezanne apprese il dipingere en plen air e la ricerca della massima luminosità dei colori.
Ma l’esperienza impressionista fu per lui solo l’inizio di una ricerca che lo vide
tormentarsi continuamente nella speranza di giungere a quella verità essenziale delle cose che l’impressione visiva non poteva esaurire. Il disegno di Cezanne è deciso e realizzato con linee ondulate che si sovrappongono nel delimitare i contorni mentre un fitto tratteggio indica le zone in ombra e modella i volumi. È’ presente un disegno sottostante a matita che individua la geometria dell’insieme e dei vari strati di trasparenze colorate.
I giocatori di carte p 638

Post-impressionismo e art nouveau: riassunto

POST IMPRESSIONISMO E ART NOUVEAU

Due uomini in un’osteria di paese giocano a carte davanti a uno specchio (potrebbe sembrare un tema tipicamente impressionista, ma non c’è più nulla d’impressionista nel dipinto. Il modo in cui essi sono rappresentati li avvicina a degli inanimati manichini; i volumi con cui sono stati fatti i corpi sono stati isolati, le pennellate contribuiscono alla resa volumetrica
La montagna Sainte – Victoire p.639
Alla rappresentazione dei volumi, alla scomposizione di cose, si somma la ricerca della profondità senza prospettiva ma attuata tramite i colori. L’aria e il cielo assumono i colori delle case e degli alberi . la profondità sta nel cielo unito al monte . lo stesso dipinto era stato fatto da Renoir, impressionista , il dipinto di Renoir è limpido, viene raffigurato un paesaggio paradisiaco; mentre il dipinto di Cezanne è la natura vinta e svelata

Vincent Van Gogh (1853 1890)
E’ un uomo istintivo, dai sentimenti forti e violenti. Nella sua vita ebbe insuccessi , rifiuti, affrontati con la consapevolezza di essere incompreso. Tutto questo lo fece piombare in una profonda depressione con frequenti crisi durante le quali perdeva il contatto con la realtà. Van Gogh si sentì sempre come un prigioniero impossibilitato a infrangere le barriere che lo separavano dagli altri uomini.
I mangiatori di patate p.650
Preceduto da versioni preparatorie, il dipinto definitivo venne eseguito nell’aprile 1885. In una povera capanna cinque contadini stanno consumando il loro pasto di patate e caffè nero. I colori terrosi e pastosi sono l’ocra, il marrone e il verde cupo , sono molto simili e danno quasi l’impressione di un dipinto monocromo . questo dipinto mostra un Van Gogh compassionevole, pronto a descrivere la vita aspra e dura dei contadini.
Autoritratto con il cappello di feltro grigio p.651

L'Impressionismo: riassunto di storia dell'arte

ART NOUVEAU E IMPRESSIONISMO

La giacca è trattata con rapidi tocchi di colore, il modellato del volto è ottenuto con il variare dell’inclinazione delle tante linguette di colore che seguono una disposizione raggiata. L’artista sfrutta l’accostamento di colori complementari (es rosso e verde tra i risvolti della giacca). Nella raffigurazione l’artista ha fissi occhi inquieti, labbra serrate ed evidente magrezza, che fanno trasparire il carattere instabile di Van Gogh
Campo di grano con volo di corvi p.653
Una tempesta si sta per abbattere su un campo di grano tagliato da tre viottoli, in volo basso e scomposto ci sono dei corvi neri. Il dipinto è stato realizzato con una violenza che mai prima d’ora van Gogh aveva osato . il campo di grano è trattato con frustate di giallo e il cielo è incupito dal nero delle nubi minacciose, l’artista sembra guardare impotente quello che gli succede davanti agli occhi