Leonardo da Vinci: opere d'arte

Appunto inviato da schiuss
/5

Riassunto con immagini delle opere d'arte più importanti di Leonardo da Vinci: Ultima cena, Adorazione dei Magi e Annunciazione (5 pagine formato zip)

LEONARDO DA VINCI: OPERE D'ARTE

Leonardo da Vinci, Adorazione dei Magi, 1482 - Il tema dell’Adorazione dei Magi era già stato trattato più volte nel corso del Quattrocento, ma l’interpretazione che ne propone qui Leonardo è alquanto innovativa; infatti Leonardo colloca la scena all’aperto: la Vergine al centro della composizione attorniata dai Magi inginocchiati, a destra e sinistra dai pastori.

La capanna simbolo per antonomasia della natività è collocata da Leonardo solo in secondo piano.
La parte sinistra è occupata dalle rovine architettoniche messe in prospettiva (che simboleggiano la distruzione del Tempio di Gerusalemme).
In secondo piano vengono posti anche gruppi di fanciulle e di cavalieri, quest’ultimi ritratti impegnati in una furiosa zuffa, a indicare che il mondo pagano non è ancora venuto a conoscenza della nascita di Gesù.
La costruzione prospettica è sottolineata anche dalla collocazione dei due alberi sulla stessa “linea di fuga”. Il primo,  un alloro, simboleggia il trionfo sulla morte, il secondo, una palma, simboleggia la vita eterna.
Tutte le figure che circondano la Vergine e il bambino manifestano meraviglia, stupore e incanto.
L’uso dei colori scuri è funzionale per far risaltare maggiormente le parti colpite dalla luce.

Leonardo da Vinci: opere d'arte e vita


LEONARDO DA VINCI RIASSUNTO: CENACOLO

Leonardo da Vinci, Cenacolo, 1495-1497. Questo dipinto fu eseguito per volere di Ludovico Sforza su una parete del refettorio del convento milanese di Santa Maria delle Grazie.
Il tema dell’ultima cena era già stato trattato più volte nel corso del Quattrocento, ma l’interpretazione che ne propone qui Leonardo è alquanto innovativa; infatti Leonardo decide di rappresentare il momento nel quale Gesù annuncia il tradimento di Giuda.
Ponendo quest’opera a confronto con quella realizzata da Andrea del Castagno nel 1445, si nota subito un’evidente differenza a livello tematico; Andrea infatti rappresenta Gesù colto
nell’atto di istituire il Sacramento dell’Eucarestia, affiancato dai dodici apostoli, e posizione Giuda di fronte a Gesù, dall’altra parte del tavolo.
Altra differenza rispetto a quella realizzata da Andrea del Castagno sta nell’architettura, i riquadri posti sullo sfondo fanno presagire l’uso del modulo quadrato.

Leonardo da Vinci: riassunto