La Maddalena.

Appunto inviato da giglio82
/5

Breve descrizione dell'opera di Donatello sulla facciata del Battistero di Firenze. (1 pg - formato word) (0 pagine formato doc)

Storia dell'arte Storia dell'arte Autore: Donatello Data: 1455 Collocazione: Firenze, Battistero Tecnica: scultura su legno Dimensioni: 188 cm Descrizione: Donatello è uno dei massimi scultori italiani, deve la profonda influenza che esercitò all'energica struttura plastica e alla vibrante sensibilità delle sue opere.
Inoltre egli tende a drammatizzare le scene per avvicinare maggiormente i personaggi alla realtà umana. Con Brunelleschi compì diversi viaggi a Roma per studiare e misurare sculture e monumenti antichi. La conoscenza dei classici gli servì come stimolo per un'appassionata indagine del mondo reale in modo da rendere i suoi personaggi attuali. Questa scultura lignea, realizzata da Donatello per il Battistero di Firenze, costituisce un esempio della grande capacità espressiva dello scultore fiorentino e della sua originalità nell'interpretazione del soggetto.
Infatti, egli rappresenta Maria Maddalena dopo la permanenza nel deserto durante la quale aveva ottenuto la purificazione dell'animo, perciò la sua bellezza risulta consumata e quasi demolita. Indossa solo i suoi lunghi capelli come simbolo di umiltà e devozione, infatti è rappresentata in un atteggiamento di preghiera con lo sguardo triste e stanco che sembra quasi chiedere aiuto allo spettatore. Essa è caratterizzata da luci spezzate e ombre profonde che visualizzano la tensione interiore dell'antica peccatrice. Infatti questa scultura esprime l'angoscia esistenziale e la meditazione sul dolore e sulla morte che caratterizzano l'ultimo periodo fiorentino di Donatello.