Notre-Dame e l'arte gotica: riassunto

Appunto inviato da juliet06
/5

Analisi della Cattedrale di Notre-Dame de Paris ed esempi di arte gotica in Italia e in Europa (15 pagine formato doc)

NOTRE-DAME E L'ARTE GOTICA: RIASSUNTO

Il Gotico francese, pieno di slancio e di eleganza, ha in questa costruzione una delle massime affermazioni.

Iniziata nel 1163, Nôtre Dame di Parigi dà un'idea assai chiara di quest'arte originale che si diffuse in tutta l'Europa. Nonostante i gravissimi danni apportati dagli incendi durante la Rivoluzione francese e gli interventi di Viollet le Duc, che nella metà dell'Ottocento restaurò pesantemente l'edificio rifacendo ex-novo le parti mancanti, Nôtre Dame di Parigi costituisce uno dei primi e più interessanti esempi dell'architettura gotica francese.
La sua costruzione fu avviata nel 1163, per volere del vescovo di Parig, Maurice de Sully. I lavori cominciarono dal coro e proseguirono con la costruzione della navata, ultimata prima della fine del XII secolo. Data la precocità, sono ancora evidenti i legami con il Romanico, a partire dalla facciata che, perfettamente racchiusa in un rettangolo aureo, sembra suggerire una ricerca di proporzionalità ed equilibrio, retaggio del patrimonio classico. A C AB:AC=AC:CB B AC= 5 - 1 AB.

Storia e origini della Cattedrale di Notre-Dame de Paris


CATTEDRALE DI NOTRE-DAME: RIASSUNTO

Il rettangolo aureo, utilizzato anche nel Partenone, è stato da sempre simbolo della ricerca di armonia e proporzione. Incastrando dei rettangoli aurei uno dentro l'altro si ottiene una perfetta spirale, come quelle identificabili in natura nelle conchiglie, nei gusci delle lumache, nelle pigne, nei fiori… Nel Gotico sono spesso presenti allusioni e richiami matematici e geometrici, come pure l'applicazione di numeri con un significato simbolico: il 3 allude alla Trinità, il 4 è il numero degli Evangelisti, 12 erano gli apostoli. Nôtre Dame di Parigi è una cattedrale molto precoce, che rivela infatti molti elementi orizzontali, a discapito della ricerca di leggerezza. Sono presenti logge con statue, cornici, gallerie, torrioni massicci che alludono al Romanico, nonostante compaiano anche bifore slanciate, i portali non sono eccessivamente strombati, sono scarsi i giochi chiaroscurali. Nonostante la pianta basilicale, l'impianto interno è quasi centralizzato: il transetto incrocia il corpo longitudinale delle navate quasi a metà del loro sviluppo ed inoltre vi è una doppia successione di navate laterali che circondano il vasto spazio interno.

Notre-Dame di Chartres: storia e origini


CATTEDRALE DI NOTRE-DAME, PIANTA

L'interno è diviso in 5 navate, ha un aspetto alquanto ponderoso: i pilastri non sono né a fascio né a croce, bensì cilindrici; le volte sono a crociera a sesto acuto con nervature (le vele hanno solo funzione di riempimento). Alcuni pilastri presentano fasci di colonnine che vanno a raccogliere un determinato elemento strutturale (le nervature); ciò evidenzia il carattere di precisa corrispondenza tipico di questo stile. L'interno, dunque, è più slanciato rispetto al Romanico, ma l'idea di sviluppo verso l'alto, nell'ottica del Gotico non è così pronunciata.