ORDINE TUSCANICO

Appunto inviato da maluc
/5

Il tempio dell’ordine tuscanico prevedeva una pianta divisa in due parti nettamente distinte. Note sulla costruzione del tempio Tuscanico. (1 pagine formato doc)

ORDINE TUSCANICO ORDINE TUSCANICO Il tempio dell'ordine tuscanico prevedeva una pianta divisa in due parti nettamente distinte: anteriormente c'era infatti un vasto porticato con due file di colonne abbastanza tozze e, al di là di questo ambiente aperto, uno spazio chiuso suddiviso in tre celle riservate ai sacrifici e all'esercizio dell'arte divinatoria.
Il frontone, inoltre, era simile a quello dei templi greci, mentre le colonne presentavano caratteristiche del tutto proprie quali, per esempio, il fatto di non essere scanalate.   Note sulla costruzione del tempio Tuscanico:   L'area in cui deve essere edificato il tempio deve consentire di ottenere una larghezza equivalente ai cinque sesti della lunghezza, che verrà poi divisa in due parti, delle quali quella più interna sarà riservata alla cella, mentre quella sul fronte verrà destinata alla sistemazione delle colonne. Allo stesso modo si divida per dieci la larghezza.
-         Tre di queste parti sul lato destro e sul sinistro saranno riservate alle celle minori od altre eventuali strutture, le altre quattro saranno assegnate al tempio centrale. Lo spazio del pronao, davanti alla cella, avrà le colonne disposte in modo tale che quelle angolari si trovino di fronte alle ante, sulla linea delle pareti esterne, mentre le due colonne centrali siano in corrispondenza delle pareti della cella che si trovano tra le ante e il tempio centrale e le altre due collocate nel mezzo tra le ante e la prima fila di colonne. Il loro diametro di base sarà un settimo dell'altezza e la loro altezza pari a un terzo della larghezza del tempio, mentre il diametro della parte superiore sarà ridotto di un quarto rispetto a quello di base. -         La base deve essere alta quanto la metà del diametro e avere un plinto circolare pari alla metà del suo diametro (…); l'altezza del capitello deve essere la metà del diametro. -         Sopra le colonne vanno collocate delle travi legate strettamente insieme, di dimensioni e altezza proporzionate alla mole dell'opera. -         Sopra le travi e sopra i muri sporgono le mensole, di un quarto rispetto all'altezza delle colonne; sulla loro fronte vanno fissate le tavolette ornate o antepagmenta. Al di sopra va posto il timpano del frontone in muratura o in legno e sopra al timpano si dovranno collocare il fastigio, la trave centrale, i cantheri e le travi longitudinali in modo che la gronda corrisponda a un terzo dell'intero tetto.