Palazzi rinascimentali: caratteristiche

Appunto inviato da vale2b
/5

Caratteristiche dei seguenti palazzi rinascimentali italiani: Palazzo Ducale di Venezia, Palazzo della Ragione di Bergamo, Palazzo Ducale di Urbino e Palazzo Pubblico di Siena (2 pagine formato doc)

PALAZZI RINASCIMENTALI: CARATTERISTICHE

Venezia: Palazzo Ducale. Dimora del doge e delle più alte magistrature, esso è il simbolo dello splendore e della potenza della serenissima, ed esprime la massima espressione dell’architettura gotico-veneziana, dovuta essenzialmente al dissolversi in un cromatismo tenue, caratterizzato dalla ricchezza decorativa e dall’uso di grandi finestre.
Fu fondato nel 9 secolo ed ebbe inizialmente una funzione difensiva in qualità di castello, munito perfino di torri angolari e fossati, mentre nei secoli 14-15 assunse la sua attuale forma, subendo modificazioni a carattere gotico.
Non conoscendo il vero ideatore, il palazzo viene attribuito a filiberto calendario.

Palazzo Ducale di Venezia: descrizione

PALAZZI RINASCIMENTALI ITALIANI

Esterno: Sopra il portico terreno, di cui bisogna notare i capitelli delle colonne e i rilievi ad angoli, corre una loggia ad archi intrecciati.
Due magnifici balconi dei secc.

15 e 16 interrompono una serie di grandi finestre ogivali nelle due lunghe facciate che si affacciano sul molo e sulla piazzetta.
Attraverso la porta della carta, così chiamata perché un tempo vi affliggevano le carte con le leggi emanante dal governo, che è l’ingresso principale realizzato in stile gotico, ci si immette nel cortile, nel centro del quale sorgono due vere da pozzo (=parapetti in muratura attorno alla bocca di un pozzo) bronzee del 1500.
I lati a ovest e a sud sono gotici, quello a est è rinascimentale e sul lato di ingresso si levano sia la barocca facciata dell’orologio che l’arco del foscari.
Interno: 1 piano nobile:
È quello appartenente agli appartamenti dogali e alla sede delle magistrature.
Sale:  Dell’anticollegio: era la saletta d’attesa per essere ricevuti dalla signoria;
Del collegio: è la sala in cui il doge riceveva gli ambasciatori stranieri:
Del senato: dalla quale si poteva accedere alla chiesetta personale del doge;
Della bussola: era l’anticamera del consiglio dei dieci.
Era così chiamata per la doppia porta in legno, detta appunto bussola;
Delle armi: vi sono raccolte divers armi dei secoli 16-17-18 ed armature;
Al piano inferiore vi era l’appartamento privato del doge.
In tutto il palazzo sono conservate opere del tintoretto e altri grandi artisti; è totalmente caratterizzato dalla presenza di fastosi soffitti e camini rinascimentali.
Si possono inoltre trovare le prigioni nuove e vecchie.

L'architettura rinascimentale: caratteristiche

ARCHITETTURA RINASCIMENTALE CARATTERISTICHE

Bergamo: palazzo della ragione o palazzo vecchio. Il palazzo della ragione è situato nella lato occidentale di piazza vecchia, in città alta.
Costruito nel 1340, inizialmente assunse la funzione di casa per gentilino suardi e nel 1428 fu adibito a sede del podestà veneto.
Esterno: La facciata principale è aperta da una grande loggia terrena e da trifore (= finestra a tre luci divisa da colonnette o pilastrini) gotiche; sopra il cinquecentesco balcone vi è l’immagine del leone di s. Marco, come ricordo della dominazione veneta.
Interno: Salita la rampa a gradini, a sinistra si trova il salone del cinquecento, si trovano gli affreschi del bramante staccati dalla facciata esterna.