Piazza dei Miracoli.

Appunto inviato da ioebasta
/5

Appunti su Piazza dei Miracoli a Pisa. Schematico ma completo. ( 4 pg - formato word) (0 pagine formato doc)

? La torre era in linea con l'abside della cattedrale • La torre era in linea con l'abside della cattedrale.
• La cattedrale era più corta di ½ actus, la vecchia facciata si trova in corrispondenza della quinta colonna a partire dalla nuova facciata, dove c'è un cambio di marmo. • Il battistero ha il diametro di 1 actus. • Il battistero è in linea con la cattedrale e con la vecchia posizione della torre. • Sembrerebbe che la larghezza della cattedrale fosse la metà della lunghezza invece originariamente erano uguali, infatti levando gli absidi la cattedrale era inscritta in un quadrato perfetto che è la figura che rappresenta la terra, i quattro punti cardinali, i quattro fiumi. • Originariamente c'erano un quadrato e due cerchi, uno la metà dell'altro, di cui uno rappresentava la torre e uno il battistero.
• Tra i monumenti c'era una perfetta proporzione geometrica. • Venne creato uno spazio di sicurezza tra le mura e i monumenti che doveva essere uguale dappertutto, le mura vennero però avanzate per fare spazio al fiume Auser che correva parallelamente all'Arno. • La disposizione dei monumenti ricorda la costellazione della bilancia, il cui fulcro cadeva sulla facciata della cattedrale, in corrispondenza con il punto dove si trovava la vecchia facciata, ma una volta che è stata spostata la torre e che è stata allungata la cattedrale tutte le misure si sono perse perciò si è cercato un nuovo equilibrio coinvolgendo l'ospedale, il camposanto e l'arcivescovado, i quali sono stati fatti in un'epoca successiva. • Le proporzioni della canonica sono studiate con le proporzioni degli altri monumenti. • In una delle stanze più antiche della canonica è stato trovato l'affresco raffigurante la costellazione dell'Ariete. • L'autore del pergamo del battistero è Nicola Pisano. • Su un vaso all'esterno alla cattedrale si può vedere la processione di Bacco, dove è raffigurato un sacerdote ubriaco che, come vuole la tradizione, viene sostenuto da un giovinetto. • Uno dei materiali con cui è stata costruita la cattedrale è il marmo, che veniva estratto principalmente dalle cave di San Giuliano e portato via acqua con dei barconi tramite l'Auser e i fossi. • La caratteristica dello stile pisano è la bicromia, cioè l'alternanza di strisce di marmo bianco con strisce di marmo più scuro, che è la breccia di Vecchiano, quest'alternanza, tipica del romanico toscano, non è molto chiara nella parte più antica ma lo è nella parte più nuova e nell'interno, dove la facciata non è stata alterata dall'esposizione. • Su una facciata della cattedrale ci sono due lastre che fanno angolo sul pilastro, esse hanno una decorazione a spirale che si prolunga e si spiralizza in senso contrario, queste lastre sono inserti classici ripresi da monumenti del porto pisano. • I monumenti sono stati costruiti in questo posto perché c'era del materiale da costruzione preso dal vecchio palazzo di Adriano che