Il Rinascimento: arte del 400 e 500

Appunto inviato da dafne23
/5

Rinascimento: riassunto di storia dell'arte del 400 e del 500 (3 pagine formato doc)

IL RINASCIMENTO: ARTE DEL 400 E 500

Il quattrocento: il Rinascimento.

Il rinascimento sviluppa le idee dell'Umanesimo nato in Italia, nell'ambito letterario, tra il quattrocento ed il cinquecento,ma la coniazione moderna del termine avviene nel 1860 con la pubblicazione “la civilta’ del rinascimento” di jacob burckhardt. Gli uomini di cultura italiana del xv e del xvi secolo si sentivano legati alla grande civilta’ classica( greca e romana) di cui si sentivano eredi, mentre consideravano il medio evo un periodo di barbarie e decadenza.il rinascimento e’ quindi il ritorno al mondo classico.

Arte rinascimentale: caratteristiche fondamentali

L'ARTE DEL 400

1.

La storia fra il ‘400 ed il ‘500:

  • storicamente e’ il periodo in cui si passa dal libero comune alle signorie che procurano alle popolazioni tranquillita’ e benessere, annientando pero’ ogni forma di liberta’.
  • si determino’ spesso la guerra fra le varie signorie con la progressiva eliminazione di quelle piu’ deboli.
  • la diffusione sul territorio delle signorie garanti’ lo sviluppo del rinascimento in molte zone d’ italia.
  • formazione sul territorio di signorie che occupano all’ incirca le odierne regioni italiane. cio’ impedi’ la formazione di uno stato unitario italiano.
  • alla fine del quattrocento l’ italia fu invasa dai francesi e dagli spagnoli e molte delle signorie perdettero la loro indipendenza.

L'arte del 500: riassunto

ARTE DEL 500

2. Caratteri fondamentali del Rinascimento:

  • amore ed interesse per ogni manifestazione culturale del mondo antico:classicismo( non copia, ma creazione di cose nuove nel tentativo di imitare gli antichi).
  • l’ arte greca e romana sono arti naturalistiche e da questo si evince che lo scopo dell’dell’ arte e’ quello di imitare la natura.
  • la natura sara’ imitata in modo scientifico,in modo da poterne capire i segreti.principale strumento di indagine sara’ la prospettiva.
  • l’ uomo con la propria intelligenza e’ in grado di creare il proprio destino.
  • la lingua latina riprende vigore, come pure quella greca.

Arte del cinquecento: riassunto

RINASCIMENTO ARTE: RIASSUNTO

Firenze e’ la citta’ dove la nuova arte rinascimentale si manifesta e i suoi artisti ne sono i fondatori.
3. l’ invenzione della prospettiva:

  • la prospettiva e’ la rappresentazione di un oggetto tridimensionale (avente cioe’ altezza,larghezza,profondita’)su un supporto bidimensionale(foglio che ha solo altezza e larghezza) cosi’ come noi lo vediamo nella realta’.
  • i principi teorici su cui si basa la prospettiva partono dai presupposti che ci sia:
    • l’ oggetto da rappresentare;
    • l’ osservatore;
    • il supporto ( foglio di carta immaginato come una pellicola trasparente) posto fra l’ oggetto e l’ osservatore su cui si forma l’ immagine (quadro prospettico).

Si suppone che dall’occhio dell’osservatore partono dei raggi che vadano a circondare l’oggetto ,tali raggi intersecano la pellicola trasparente(quadro prospettico) determinando la formazione di un’ immagine simile, ma piu’ piccola dell’oggetto.

Pittura rinascimentale: riassunto

RINASCIMENTO STORIA DELL'ARTE: RIASSUNTO

4. Questa e’ la rappresentazione prospettica:

  • nella prospettiva tutte le linee perpendicolari al quadro prospettico convergono in un unico punto chiamato punto di fuga.
  • le linee orizzontali, parallele al quadro, fra loro equidistanti,restano parallele ma la
    distanza diminuisce man mano che si allontanano dal quadro;
  • le linee verticali, parallele al quadro,fra loro equidistanti,restano parallele ma la loro lunghezza diminuisce all’ avvicinarsi del punto di fuga.

La prospettiva basandosi su leggi matematiche consente una perfetta rappresentazione delle cose e costituisce lo strumento tecnico per eccellenza alla portata dell’ artista per studiare ed indagare la natura.