Riassunto: surrealismo, astrattismo e metafisica

Appunto inviato da alessandraj10
/5

Panoramica su alcune avanguardie storiche artistiche come Surrealismo, Astrattismo e Metafisica e analisi delle opere più importanti di Magritte, Kandiskij, Klee, Mondrian, De Chirico (4 pagine formato doc)

Riassunto: surrealismo, astrattismo e metafisica - Il surrealismo viene definito dal poeta francese André Breton nel Primo manifesto del Surrealismo come un automatismo psichico puro col quale ci si propone di esprimere il funzionamento reale del pensiero.

 
 
Si tratta dunque di un processo che si realizza senza il controllo della ragione e che fa sì che l’incoscio, ossia quella parte di noi che si fa viva nel sogno, emerga e si esprima divenendo operante anche mentre siamo svegli.
 
 
Così il pensiero, libero da ogni preoccupazione di carattere morale o estetico, può vagare e raccogliere immagini, idee, parole, senza scopi preordinati.
In questo modo viene raggiunta la surrealtà, l’unione tra sogno e realtà, una sorta di realtà assoluta.
 
 
La bellezza dell’arte surrealista nasce dal trova assieme due oggetti reali che non hanno nulla in comune in un luogo estraneo a entrambi.
Questo crea una visione inaspettata che soprende per l’assurdità e perché contraddice le nostre certezze a causa del trasferimento degli oggetti dal loro abituale contesto. Tuttavia l’arte surrealista è un’arte figuativa e non astratta, perché le figure sono riconoscibili.