Romanico in Toscana: pisano e fiorentino

Appunto inviato da antoniosax93
/5

breve descrizione dello stile romanico in Toscana, in particolare del Duomo di Pisa e San Miniato al Monte di Firenze (1 pagine formato pdf)

ROMANICO IN TOSCANA: PISANO E FIORENTINO

Pisa.

Nel campo dei miracoli vi è un complesso architettonico. Esso sorgeva all'esterno delle mura di Pisa vicino la strada che conduceva a Roma. I pisani, dopo la vittoria sui palermitani, vollero ringraziare la Madonna con la costruzione del duomo. I critici d'arte hanno visto una sorta di allegoria dell'uomo:
battistero duomo camposanto - nascita vita - morte.

Romanico toscano: caratteristiche


CARATTERISTICHE DEL ROMANICO PISANO

Il duomo: Esprime il romanico nella volumetria, infatti presenta cinque navate e il transetto, a sua volta, è diviso in tre navate (si pensa che quest'ultimo fosse stato costruito come chiesa per poi divenire transetto). E' rivestito di marmo di Carrara alternato al marmo di Prato, la facciata è a salienti, lungo il perimetro della chiesa vi sono archi a tutto sesto con losanghe, la cupola è a bulbo a pianta ellittica.

Si pensa che ci siano stati maestri arabi durante la costruzione poiché la loggetta presenta un quadruplice ordine di archi a ferro di cavallo che ricordano, appunto, l'architettura araba.

Architettura romanica in Toscana: riassunto di arte


ROMANICO FIORENTINO

San Miniato al monte (Firenze): L'espressione romanica è completamente diversa, lo stile viene messo in risalto nel rigore geometrico. Infatti, il rettangolo della porta diventa un elemento decorativo: per esempio, a tre porte vere corrispondono due porte false con tarsie marmoree.

 

Arte romanica a Pisa: riassunto