Silvestro Lega

Appunto inviato da simpleplanlalla
/5

Vita e 3 letture dell'opera (4 pagine formato doc)

Silvestro Lega nasce a Forlì nel 1826 e muore a Firenze nel 1895.
Si forma alla scuola di Luigi Mussini (pittore purista) e apprende da lui l'amore per i pittori primitivi e per la limpidezza della linea e del colore.

BREVE RICERCA SUI MACCHIAIOLI (Clicca qui >>)


Si accosta dopo il 1848 accanto ai Macchiaioli e frequenta con loro il caffèMichelangelo.
Viene accolto da una famiglia amica, la Famiglia Vatelli a Piagentina, fuori dal centro di Firenze, in campagna. Con altri pittori dipinge in Plein-Air dando origine alla “Scuola di Piagentina”.

APPUNTO ESSENZIALE SUI MACCHIAIOLI (Clicca qui >>)


“Silvestro Lega tende ad esprimersi attraverso ombre e luci e utilizza delle macchie di colore in questi due dipinti.
I colori presentano toni di maggiore o minore intensità a seconda della loro esposizione alla luce del sole e questo fa pensare alla tecnica degli impressionisti, attenti alla diversa luminosità degli oggetti, determinata dalla stagione, dall'ora del giorno e dal particolare punto di osservazione prescelto.

REALISMO: IL FENOMENO DEI MACCHIAIOLI (Clicca qui >>)


In più c'é la forza rievocativa della pittura del Quattrocento per l'armonia delicata dell'insieme che deriva  simultaneamente dall'impostazione essenziale e dalla cura dei particolari.”